1 Maggio a Torino: cacciati gli esponenti del Pd dal corteo

1 Maggio festa del Lavoro e dei lavoratori, è una giornata nella quale in tutte le principali città italiane si riuniscono cortei per ricordare a tutti l’importanza di questo giorno.

A Torino, teatro storicamente di cortei numerosi e dal significato rilevante, oggi i manifestanti del Pd sono stati fatti allontanare dalla folla marciante da parte degli esponenti dei sindacati autonomi, mentre Fassino, il sindaco della città, è stato pesantemente contestato.

Andatevene via, Pd e polizia, andate da Fassino che è la vergogna di Torino!”. Questo lo slogan che andava per la maggiore, fino all’allontanamento dei manifestanti del Pd ed all’intervento della polizia per controllare i più esagitati. Mentre il servizio d’ordine interno alla manifestazione non avrebbe difeso la componente Pd del corteo: “Solo donne, bambini e cittadini. Gli altri stiano con Berlusconi e si facciano difendere dalla polizia”.

Lo stesso Fassino è stato poi fischiato e fermato da diverse persone del corteo che hanno pesantemente contestato la scelta dei Democratici di allearsi con Berlusconi, e lo svilimento dei diritti dei lavoratori avvenuto in questi ultimi anni anche con la complicità del Partito Democratico.

Ricerca personalizzata