F1 con monoposto elettriche?

La febbre delle auto elettriche coinvolge tutti i maggiori produttori di auto, ma che si parlasse di auto elettriche in ambito della F1, questo non lo si poteva immaginare neanche lontanamente, eppure la proposta è seria: il vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani, responsabile per l’industria, ha proposto alla Fia una soluzione che farà discutere (probabilmente la Ferrari in primis). La proposta riguarderebbe la possibilità di organizzare un Gran Premio di Formula 1 a zero emissioni. Per poter realizzare questo obiettivo, tutte le Scuderie impegnate nel Campionato di F1 dovrebbero sviluppare un motore elettrico in grado di sfrecciare come i motori a benzina ( ve le immaginate le monoposto ferme 20/30 minuti in un GP per ricaricare le batterie ?!?). Battute a parte, la soluzione avrebbe già suscitato l’interesse di Jean Todt, il presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile, e probabilmente una soluzione del genere potrebbe essere adottata già a partire dal 2013. Però il progetto non coinvolgerebbe direttamente la F1, in quanto l’idea sarebbe quella di dare forma a un nuovo campionato dedicato solo alle monoposto elettriche che si dovrebbe disputare a contorno delle gare di Formula 1 (probabilmente al posto della GP2).

Uno dei motivi che spingerebbe a questa soluzione sarebbe dettata dalla paura del presidente della Fia che un giorno anche la Formula 1 sarà coinvolta nei divieti dei governi a causa dei problemi legati all’ inquinamento. Ma soprattutto, una F1 con motore elettrico potrebbe diffondere la “cultura” delle auto elettriche in tutto il mondo, visto che la F1 nel suo Campionato gira quasi tutti continenti. Spazio ai commenti!