Salute a rischio dagli snack in ufficio a causa della noia

La noia e le tante ore trascorse in ufficio davanti ad un PC possono danneggiare seriamente la salute dell’individuo, a dirlo non dovrebbe essere solo una ricerca eseguita dalla British  Psychological Society; dovrebbe essere una normale consapevolezza di tutte le persone, sapere che bisogna alzarsi spesso per mettere in moto la propria circolazione e quindi salvaguardare la propria salute. Tutto questo però si scontra con un altro motivo sempre denunciato dalla stessa struttura. Spesso quando ci si alza in ufficio, lo si fa per fare il pieno di caffè, merendine e snack vari confezionati dalle macchinette presenti nelle varie aziende, colpevole la noia.

Myanna Duncan è una psicologa docente della Loughborough University, la quale afferma il concetto sopra espresso, ossia che è necessario ricordarsi di alzarsi ogni tot tempo dalla propria scrivania per tutelare la propria salute, ma l’attenzione dovrebbe essere rivolta agli altri colleghi presenti in ufficio.

Quindi, sì a socializzare il tempo necessario e permesso nel luogo di lavoro, bastano anche pochi minuti ogni tot ore, per scambiare due semplici e veloci chiacchiere con un amico-collega. Basta ricorrere alle e mail ed agli sms per ricoprire distanze di pochi metri. Sono state fatte delle interviste a più di 1000 persone tutte con professione e mansioni diverse, da qui l’amara consapevolezza della scarsa attenzione verso la propria salute in ufficio. Mangiare troppi snack e merendine confezionate condite con ripetute dosi di caffè al giorno non sono un perfetto connubio per la salute del nostro organismo, non solo per la forma fisica ma anche per l’apporto di grassi e sostanze eccitanti che danneggiano i nostri livelli di colesterolo e aumentano i rischi di aritmia in soggetti particolarmente predisposti.

Purtroppo anche qui i dati parlano chiaro, su 102 intervistati, 1 su 4 ammette che si alza dalla propria postazione per prendere caffè, snack dalle macchinette ogni giorno. Colpevole sembra sia propria la noia dovuta delle lunghe ore trascorse davanti al PC. A risentire di questa sbagliata abitudine però non è solo la salute del fisico, ma anche il lavoro stesso dal lato produttivo in essere ne subisce gravi conseguenze.

La noia quindi, la principale responsabile sarebbe anche l’indiziata numero uno per la perdita di concentrazione e la presenza di numerosi e spesso gravi errori in ufficio. Ciò che si evince da quest’indagine e che mette ancor più in allarme, è che gli stessi soggetti, dopo le ore di ufficio, continuano il loro percorso mal sano, assumendo alcolici nei locali specifici a fine giornata o magari per i famosi happy hour prima del rientro a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *