Vigile investito, un fermo in Ungheria

Gioico Jovanovic: è questo il nome dell’uomo sottoposto a fermo in Ungheria con l’accusa di essere uno dei due slavi autori dell’omicidio di Niccolò Savino, il vigile urbano travolto e ucciso a Milano giovedì sera da un Suv. Il presunto colpevole è stato fermato nella cittadina di Kelebia, al confine tra l’Ungheria e la Serbia, paese dove cercava di entrare per poi spiccare il volo verso il Sudamerica.

Proprio l’imminente pericolo di fuga ha convinto il sostituto procuratore di Milano Mauro Clerici e il capo della Procura Edmondo Bruti Liberati a emettere il mandato d’arresto europeo che è stato poi eseguito dalla polizia ungherese. Jovanovic, sulla cui identità sono in corso accertamenti, visto che ha utilizzato diversi alias, è già noto alle cronache giudiziarie avendo diversi precedenti penali per reati contro il patrimonio; l’uomo era residente a Busto Arsizio in provincia di Varese, ma secondo quanto riferiscono gli investigatori era spesso a Milano dove era solito frequentare truffatori.

Diversi gli elementi in mano agli inquirenti che testimonierebbero la colpevolezza del  24enne, come spiega la stessa polizia:  “Ci sono diversi elementi di prova che derivano da intercettazioni telefoniche avviate sin dall’inizio dalla polizia locale in collaborazione con la squadra mobile e dalla testimonianza del collega”. Jovanovic è stato fermato con l’accusa di omicidio aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Al momento non ci sono altri ricercati, come spiega la stessa polizia in conferenza stampa: “Solo questa era la persona ricercata. Ora si dovranno svolgere altre indagini perché, dal punto di vista probatorio, vanno chiarite alcune cose. Dagli elementi fin qui raccolti si può comunque dichiarare che fosse lui alla guida della macchina”.

La svolta nelle indagini si è avuta nella notte tra giovedì e venerdì quando è stato ritrovato il Suv, una BMX 5 che ha travolto il vigile. Da lì gli inquirenti, anche grazie alle riprese di una telecamera dell’Atm, sono riusciti a risalire all’identità del guidatore. In attesa dei funerali, che saranno accompagnati da una giornata di lutto cittadino decisa dal sindaco Pisapia, la memoria di Niccolò Savino sarà ricordata questa sera con un minuto di raccoglimento prima del derby di Milano tra Milan e Inter.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here