Emergenza meteo: rete ferroviaria, aggiornamento treni

Continuano ad essere le regioni del Centro Italia quelle che dal fronte dei trasporti, a causa delle intense nevicate, registrano le difficoltà maggiori. Le arterie viarie secondarie letteralmente sepolte dalle neve stanno generando disagi non solo alla circolazione su strada, ma hanno portato nelle Regioni del Centro, a partire dal Lazio, a numerosi blackout elettrici. Non sono mancate neanche le interruzioni sulle rete ferroviaria sia a causa della neve, sia per la caduta di alberi sui binari. In accordo con un aggiornamento delle FS delle 19 di oggi, il Piano di Emergenza Neve di Trenitalia è ancora attivo il che comporta riduzioni di corse e di velocità al fine di mantenere comunque il traffico ferroviario fluido.

A seguito del lavoro da parte delle squadre tecniche delle FS, verso le ore 12 di oggi è stata riaperta al servizio ferroviario la tratta Roma-Pescara, mentre la Roma-Cassino, dopo l’interruzione a causa della caduta di alberi, è stata riattivara alle ore 21 di ieri sera. Occorrerà invece attendere fino a martedì prossimo per il ripristino della Avellino-Mercato San Severino, mentre per domani è programmata la riapertura della linea ferroviaria sulla tratta Campobasso-Venafro.

Nessuna interruzione, invece, nel Lazio, per i collegamenti tra la Capitale e l’Aeroporto di Fiumicino. Intanto a Roma domani, a seguito di un’ordinanza del Sindaco, le scuole resteranno chiuse. Inoltre, a Roma è stato prorogato fino alle ore 12 di domani, 6 febbraio del 2012, l’obbligo di circolazione con a bordo le catene o con la dotazione degli pneumatici invernali. Per effetto del persistere delle temperature polari e del rischio di nuove ed intense nevicate in Regioni come il Lazio, Abruzzo e Molise, è consigliabile per il momento rinviare i lunghi viaggi in auto verso il Centro Italia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here