Multe: 2 miliardi di euro incassati dallo Stato ogni anno

Uno studio condotto dalla Fondazione Luigi Guccione ha messo in evidenza che in Italia i soldi incassati dalle multe che pagano gli automobilisti non vengono reinvestiti per migliorare la sicurezza stradale. Probabilmente non era neppure necessario uno studio per mettere in risalto che i soldi che entrano dalle multe arrivano nei Comuni e vengono utilizzati per altri scopi, tuttavia, è degno di nota che in 15 città metropolitane vengono “guadagnati” ben 3 miliardi di euro in 5 anni.

Se si estende l’analisi a tutto il territorio si scopre che i ricavi delle multe commissionate dalle polizie locali ammontano a circa 1,6 miliardi di euro mentre le multe nazionali che vengono effettuate da parte della Polstrada e dei Carabinieri ammontano a circa 400 milioni di euro.

Si tratta quindi di un ricavo per le casse dello Stato di circa 2 miliardi di euro all’anno. Ora, visto che secondo il codice stradale, almeno il 50% dei ricavi dovrebbe essere reinvestito per migliorare la sicurezza stradale, viene da chiedersi per quale motivo essa non migliora nel nostro Paese?

Effettivamente, l’Italia si posiziona solo all’undicesimo posto nell’Europa a 15 per quel che riguarda la diminuzione di morti e feriti nello scorso decennio.

Considerato che nella casse statali sono entrati 20 miliardi di euro circa, bisognerebbe investire il 12,5% dei soldi per il miglioramento della segnaletica, un altro 12,50% deve essere investito per migliorare i controlli della polizia locale, mentre il restante 25% deve essere usato per altre attività come ad esempio l’ordinaria manutenzione delle strade o l’educazione stradale nelle scuole.

I soldi nelle casse statali entrano, ma a quanto pare non servono per migliorare la sicurezza stradale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *