Roma, quale futuro per Luis Enrique?

In casa Roma non si vive certo un buon momento. La sconfitta subita con la Lazio ha lasciato il morale sotto i tacchi e una generale depressione nell’ambiente.

Il tanto osannato “progetto Luis Enrique”, non ha dato i suoi frutti: si può tranquillamente parlare di fallimento. Il tecnico asturiano ha 13 giornate di campionato per guadagnarsi la conferma anche per la prossima stagione, ma se i risultati dovessero ancora essere questi, senza ombra di dubbio non farà parte del futuro della Roma. La squadra giallorossa ha subito dieci sconfitte in campionato, troppe per una formazione che aveva come obiettivo minimo quello di raggiungere l’Europa.

I tifosi sono stanchi di questa situazione, e dire che fino a qualche settimana fa la squadra volava e puntava a raggiungere la qualificazione alla Champions League. Si parlava di un rinnovo di contratto per Luis Enrique e per i suoi collaboratori. Poi il black out e il momento no, culminato con la sconfitta con la Lazio. Probabilmente non tutte le colpe sono di Luis Enrique, ma il tecnico ha commesso degli errori. In primis l’aver voluto fortemente giocatori come Bojan, che non hanno reso per le loro qualità reali e si sono rivelati dei flop. In secondo luogo l’allenatore giallorosso ha mostrato di avere delle lacune soprattutto nella fase difensiva che il calcio italiano ha evidenziato in maniera netta.

Quale futuro per Luis Enrique? Dipenderà tutto dai risultati e dalla posizione finale della Roma. La stagione scorsa non si è voluto confermare un allenatore emergente e bravo come Vincenzo Montella, che alla guida del Catania sta dimostrando di avere grosse qualità. La dirigenza giallorossa dovrebbe fare il mea culpa.