Orgoglio Novara, Udinese k.o.

Un ritorno graditissimo quello di Attilio Tesser sulla panchina del Novara. Il condottiero della doppia promozione riporta linfa nuova nell’ambiente ed acciuffa la quarta vittoria in campionato, contro un’Udinese in chiaro debito di ossigeno già da qualche tempo.

I piemontesi partono col piede sull’acceleratore, con una volé di Mascara che si spegne a lato e con una bordata di Rigoni, disinnescata da Handanovic.

È solo il preludio del vantaggio azzurro firmato da Jeda (che sostituisce lo squalificato Caracciolo), a segno per la seconda volta in questo campionato con uno stacco di testa su corner, lasciato colpevolmente solo dalla difesa friulana.
La squadra di Guidolin è statica e soffre l’aggressività novarese: Torje e Di Natale sono avulsi dal gioco e l’unico a provarci è Asamoah con un tiro da fuori. Troppo poco per una squadra che punta al piazzamento in Champions. Il tecnico dei bianconeri cambia nell’intervallo, puntando su Floro Flores e Pazienza, ma le occasioni latitano, perché il Novara si dimostra compatto soprattutto nella zona centrale, mentre sulle fasce pesa l’assenza dell’infortunato Basta, con il suo sostituto Ekstrand incapace di dare il cambio di passo necessario per arrivare al cross dal fondo.
In realtà la rete del pareggio dell’Udinese ci sarebbe anche, ma il guardalinee sventola un fuorigioco inesistente su Danilo a venti minuti dalla fine.

L’Udinese non riesce così ad approfittare dello scivolone interno della Lazio per riprendersi il terzo posto, ed incappa così nella seconda sconfitta consecutiva nel giro di tre giorni. I friulani sembrano avere difficoltà di finalizzazione, essendo a secco di gol da tre match. A Novara invece, il Tesser-bis riparte come meglio non si poteva. I piemontesi salgono a quota 20 in classifica, ma restano ad undici punti dall’obiettivo salvezza, che sembra quantomai irraggiungibile. Starà adesso alla squadra riuscire a chiudere il campionato nel migliore dei modi, con quell’atteggiamento necessario per onorare la Serie A.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here