MotoGP, battesimo per Michele Pirro e la sua CRT

Questa mattina, alle 10e30 circa, sul circuito italiano di Imola, la CRT-FTR del Team Honda San Carlo Gresini guidata dal pugliese Michele Pirro ha percorso finalmente i suoi primi kilometri su una pista.

Più che un vero e proprio test è stato piuttosto un minuzioso shakedown, dove pilota e team si sono concentrati a capire gli spetti positivi e quelli negativi, cercando per quest’ ultimi soluzioni rapide, che possano così consentire a Pirro di iniziare il vero e proprio lavoro di sviluppo sulla propria CRT.

Anche se le informazioni ottenute in questi pochi giri effettuati oggi non sono molte, l’entusiasmo nel box è comunque altissimo e la voglia di mettersi in gioco non manca di certo.
Conclusi questi tre giorni in programma sulla pista di Imola, per il Team Gresini, così come per tutti i team MotoGP, l‘appuntamento è sul circuito di Jerez dal 23 al 25 marzo, per gli ultimi test ufficiali, prima della partenza del mondiale MotoGP.


Finalmente sono riuscito a provare la mia CRT – ha dichiarato entusiasta Michele Pirro – , la moto con la quale affronterò il mondiale MotoGP. È stato un vero e proprio ‘shakedown’ nel corso del quale abbiamo cercato di verificare che tutto funzionasse nel migliore dei modi. Siamo anche riusciti a definire, pur effettuando pochi giri, dove e come intervenire nei due prossimi giorni che staremo sul circuito di Imola ma soprattutto per i prossimi importantissimi test di Jerez.

Siamo coscienti che il lavoro da fare è tanto ma siamo estremamente fiduciosi. Il potenziale è altissimo quindi se faremo le giuste scelte potremo far bene. Pochi giri non sono sufficienti per fare dei proclami ma l’entusiasmo in tutti noi è grande e quindi questo c lima ci aiuterà per il prosieguo di questa sfida”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here