Mancini rivela: “Balotelli Addio!”. Ora la nazionale è a rischio

Si parlava un tempo delle cassanate, ma probabilmente Mario Balotelli, ci regalerà un neologismo che soppianterà il vecchio, le balotellate. Eh sì, perché dopo aver incendiato la sua casa con i fuochi artificiali, pestato una mano con i tacchetti ad un giocatore avversario, dopo le scorribande in auto, ora si è voluto regalare l’ennesima espulsione che lo terrà fuori dai campi di gioco per il resto della stagione. Nonostante da regolamento, infatti, verrà sospeso per 4 o 5 giornate, Roberto Mancini ha già annunciato che nelle restanti partite non vedrà il prato verde perchè “non vuole rischiare di restare in 10 tutte le partite”. Scelta condivisibile da parte di Roberto Mancini, che d’altronde, ha un parco attaccanti invidiabile, pur dovendo rinunciare a Balotelli, e il ritorno del figliol prodigo Carlitos “L’Apache” Tevez, la scelta è stata ancora più semplice.

Se il Campionato è già un obiettivo impossibile a cui puntare, la colpa non è ovviamente, solo di Super Mario, però il giocatore della nazionale italiana ci ha messo del suo, perdendo la testa nei momenti meno opportuni della stagione. Ieri l’arbitro l’aveva già graziato nel primo tempo, dopo un’entrata con i tacchetti a gamba tesa su Song, e al momento dell’espulsione, Balotelli, ha voluto anche protestare.

L’ennesima espulsione della stagione costerà caro non solo a Balotelli, ma anche a tutta l’Italia. E’ facile ipotizzare, infatti, che non ci passerà sopra neppure Prandelli, che ha dimostrato in diverse occasioni di rispettare il suo codice etico, e che quindi deciderà di non portarlo agli europei. Inoltre un calciatore che non vede i campi da gioco da aprile, potrebbe non avere i 90 minuti nelle gambe, ed essere un rischio. Chi lo sostituirà? Probabilmente Osvaldo, che come lo stesso CT ha più volte detto, ha caratteristiche simili a quelle di Balotelli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here