Serie B, la lotta per la promozione a otto giornate dal termine

Mancano soltanto otto giornate al termine del campionato cadetto. Finora è stato un campionato divertente e interessante tant’è che ancora non c’è nulla di sicuro e deciso e ci sono ben otto squadre impegnate per raggiungere gli obiettivi promozione diretta e promozione a mezzo play off.

Le varie compagini che si daranno battaglia “sportiva” fino all’ultimo sono divise in due gruppetti. Nel primo troviamo Torino, Sassuolo, Verona e Pescara, nel secondo Padova, Varese, Brescia e Sampdoria.

Andiamo ad analizzare la situazione di ciascuna delle partecipanti a questa volata finale.

Partiamo dal Torino capolista con 66 punti e una partita ancora da recuperare contro la Reggina in casa. I granata sono i grandi favoriti pur avendo perso un pò di smalto negli ultimi mesi, fortunatamente hanno rallentato anche le inseguitrici. Al momento sono due i punti di vantaggio sul Sassuolo, contro cui lunedì sera avrà lo scontro diretto. Sarà un grande match che potrà permettere alla squadra di Ventura di tentare una fuga. Nel calendario del Torino troviamo tre scontri diretti, oltre a quello di lunedì con il Sassuolo, i granata infatti dovranno affrontare il Padova in casa e il Pescara fuori.

Al secondo posto della classifica di B troviamo il Sassuolo che nelle ultime tre partite ha raccolto cinque punti e non perde da cinque incontri. Il calendario della squadra di Pea è abbastanza insidioso, infatti da qui alla quarantaduesima giornata dovrà affrontare tre scontri diretti tutti fuori casa contro Torino, Brescia e Padova. Chiaro che le chance di centrare l’obiettivo passano da quegli scontri esterni.

Al terzo posto abbiamo il Verona, che tra le squadre del primo gruppo è quella con il calendario più semplice. Infatti avrà un solo scontro diretto e per di più in casa contro il Varese. Per il resto affronterà tutti avversari abbordabili anche se naturalmente nessuna squadra può essere sottovalutata.

Al quarto posto c’è la rivelazione del campionato, ovvero il Pescara di mister Zeman. Dopo una stagione ad alti ritmi e di altissimo livello, ultimamente la squadra del boemo sta pagando qualcosa in termini fisici e i risultati recenti ne sono la prova. Inoltre il calendario presenta diverse partite toste come Padova e Sampdoria fuori casa e Torino in casa, oltre alle sfide con Gubbio e Grossetto contro cui non si potrà abbassare la guardia. Servirà un’impresa.

Passiamo ad analizzare il secondo gruppo, che si gioca l’accesso ai play off.

Al quinto posto troviamo il Padova con cinquantasei punti. I veneti hanno raccolto sei punti nelle ultime tre partite ed hanno un calendario terribile, dovendo affrontare infatti Juve Stabia, Pescara, Grosseto, Sassuolo e Torino nelle prossime cinque gare, dove si giocheranno probabilmente tutte le proprie chance.

Al sesto posto con cinquantacinque punti troviamo il Varese, che non ha anch’esso un calendario facilissimo, difatti nelle ultime tre giornate dovrà incontrare Ascoli, Verona e Sampdoria.

Al settimo posto con cinquantatré punti troviamo il Brescia del tecnico Calori, squadra tre le più in forma che è riuscita con una grande rimonta ad inserirsi di forza nella lotta per i play off. Il calendario prevede domani lo spareggio contro la Sampdoria a Genova. Sarà una partita durissima ma qualora riuscisse a vincere eliminerebbe di fatto i blucerchiati dalla corsa agli spareggi. Dopo questa partita, il Brescia avrà altri due scontri diretti sempre in trasferta con Sassuolo e Varese.

All’ottavo posto con cinquantuno punti troviamo la delusione della Serie B, ovvero la Sampdoria. Dopo una stagione altalenante dove sono stati più i bassi che gli alti, i doriani erano riusciti ad avvicinarsi notevolmente alla zona play off salvo poi perdere a Crotone sabato scorso riallontanandosi di nuovo. Il calendario non è dei più semplici, ma se si vuole tentare il tutto per tutto, occorrerà vincere tutte le gare rimaste, specialmente gli scontri diretti con Brescia, Pescara e Varese.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here