Napoli, balzo verso la Champions: Palermo steso 2-0

La Champions si avvicina. Il Napoli vince la prima di tre partite fondamentali nella corsa al terzo posto, battendo per 2-0 un Palermo con tante assenze ma comunque vivo.

I siciliani si presentano infatti senza lo squalificato Miccoli, affidandosi alla rapidità di Hernandez ed alle invenzioni di Ilicic; Mazzarri invece deve fare ancora a meno di Campagnaro (sostituito da Fernandez) e tiene in panchina Lavezzi, preferendogli Pandev per affiancare Hamsik e Cavani.

La partita si rivela emozionante sin dai primi minuti, con entrambe le squadre che  dimostrano di voler andar via dal San Paolo con un risultato positivo. Inizia Inler dopo 5′ con un sinistro dal limite che si schianta contro la traversa; rispondono Ilicic (di piede) ed Hernandez (di testa) costringendo De Sanctis a due grandi interventi pochi secondi più tardi.
La svolta del match arriva però al quarto d’ora, quando sul cross di Pandev c’è l’intervento di Milanovic: per l’arbitro De Marco è rigore, anche se il difensore serbo tocca prima con la coscia e successivamente con il braccio. Dal dischetto Cavani non sbaglia ed indirizza la partita segnando il suo ventitreesimo gol in campionato tra le proteste della squadra di Mutti.
Il più ispirato dei partenopei sembra comunque Pandev, che nel ruolo di rifinitore è bravo ad assistere i compagni che si inseriscono: il macedone trova proprio Cavani, che la rimette per Zuniga sul secondo palo senza trovare la porta. Ma il vero numero dell’ex giocatore dell’Inter è quello di smarcare Hamsik con una giocata alla cieca, consentendo allo slovacco di arrivare in porta per il 2-0 che chiude virtualmente la partita.

Anche se il Palermo cambia completamente atteggiamento nella ripresa, muovendo palla più velocemente ed inserendo Zahavi e Mehmet per aumentare il peso offensivo. Proprio Zahavi si presenta un paio di volte al tiro impegnando De Sanctis e partecipa ad un gol giustamente annullato per fuorigioco di Hernandez.

Il Napoli è schiacciato ma si difende bene, portando a casa tre punti fondamentali per mantenere la terza piazza. Domani toccherà rispondere alle altre contendenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here