Varo del nuovo Benetti Vision 145’ – BV018

Si è tenuto sabato 9 giugno 2012, alle ore 11.30, presso la Darsena Italia la cerimonia di varo del nuovo Benetti Vision 145’ (unità BV018), quindicesimo esemplare del modello Vision e top di gamma della linea Class.

Dopo le consuete operazioni preliminari tra cui la simbolica rottura della bottiglia, lo yacht è dolcemente scivolato in acqua, accompagnato dalle note del “Và pensiero” di Giuseppe Verdi, mediante uno scivolo appositamente predisposto. Il varo è stato compiuto alla presenza dell’Armatore – affermato chirurgo di Washington DC – della sua famiglia, del personale tecnico, delle maestranze e di tutto lo staff Benetti che ne ha curato l’allestimento e la costruzione durata quasi 2 anni.

Checkmate (scacco matto), questo il nome scelto dall’Armatore, ha immediatamente catalizzato l’attenzione di tutti i presenti in virtù della linea imponente e filante allo stesso tempo, della inconsueta livrea nera e dei suoi maestosi 44 metri di pura eleganza.

Gli interni, ricchi e sobri allo stesso tempo, sono stati scelti in una combinazione di legni di ciliegio e radica di Madrona con inserti scuri e dettagli in stile neoclassico ulteriormente impreziositi dalle superfici di marmo, rappresentano una ulteriore conferma dell’impareggiabile know how delle maestranze del Cantiere Benetti – da 140 anni ambasciatore dello stile italiano e della più alta forma di eccellenza artigianale nel mondo.

Il nuovo Benetti Vision 145’ – lungo quasi 44 metri, largo oltre 9, monta due motori Caterpillar da 1.300 cavalli ciascuno che consentono fino a 15 nodi di velocità massima, con una autonomia di navigazione di oltre 3.500 miglia nautiche.

Vincenzo Poerio – CEO Divisione Megayachts Gruppo Azimut|Benetti – ha dichiarato durante la cerimonia: “Siamo particolarmente orgogliosi di questo varo, centesimo yacht in vetroresina costruito a Viareggio dal 1998, ulteriore dimostrazione della profonda capacità di Benetti di ascolto del Cliente e di interpretazione delle sue specifiche esigenze, e, soprattutto, ulteriore esempio di un perfetto connubio tra: stile senza tempo, perfezione costruttiva, tecnologia, sicurezza ed elevatissima qualità di vita a bordo sia per l’Armatore che per il suo equipaggio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here