La classifica dei migliori atenei del mondo: Italia fuori dalle prime cento posizioni

Harvard, Oxford, Mit, Cambridge, Yale, Berkley: qual è il legame logico? Si parla di università, anzi delle più prestigiose che il Quacquarelli Symonds, mettendo insieme dati di varia natura provenienti da fonti diverse, come quelli dei database di riassunti e citazioni di articoli accademici (Scopus quello più importante) ma anche sondaggi condotti su professori e dipendenti (sessantamila i primi, ventottomila i secondi), si occupa di redigere la classifica delle migliori univesità del mondo.

Al terzo posto l’università pubblica di Cambridge nel Regno Unito, al secondo la celeberrima Harvard, statunitense e privata, e sul podio la Massachussetts institute of tecnology o Mit, sempre statunitense e privata. La classifica è quella dei migliori atenei del mondo, dunque il 4 per cento del totale: ottocento quelle esaminate. Nel frattempo però, guardando alle università italiane, che di certo non possono competere con quelle pubbliche e private americane o inglesi o asiatiche che siano, sembrano mostrare comunque qualche miglioramento.

Insomma, tanto per non essere troppo pessimisti ed esterofili, la notizia che tra le migliori ottocento, ventisei sono le italiane, non è da denigrare. Prima Bologna che dal 2012 ha guadagnato qualche posizione, passando da un 194° a un rincuorante 188° posto, ma anche la Sapienza di Roma che dal 216° posto, guadagna il 196°, e il Politecnico di Milano che si classifica 230°, riscattandosi dal 244° dell’anno precedete.

Spicca il sistema universitario americano che conquista undici delle prime venti posizioni, ma che se si confrontano con i dati del 2007, perde di smalto: 64 infatti, delle 83 università statunitensi delle migliori quattrocento, hanno perso terreno.
Parallelamente a questa tendenza, sono salite quasi due terzi delle 62 università asiatiche tra le prime quattrocento: trend a testimonianza delle nuove potenze ecomomiche? Lo dimostreranno le prossime classifiche.

Qualche curiosità. State pensando di spedire vostro figlio o vostra figlia oltreoceano in qualcuna delle università in classifica? Ecco a voi il listino prezzi, solo per le tasse universitarie: 42.050 dollari (circa 31.912 euro) alla Mit, la prima in classifica; Yale 42.300 dollari
contro i 40.866 dollari per Harvard. Se invece preferite la più vicina Inghilterra, scendiamo a 9mila sterline per Cambridge (circa 10.690 euro) e a 8.998 sterline per Oxford.

[fonte dati: Forbes]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here