Serie A 2013/14: l’Inter ospita l’Hellas, l’Atalanta va a Marassi

Nemmeno il tempo di archiviare le fatiche europee che è già tempo di rituffarsi in clima Serie A. Ad aprire la nona giornata saranno le sfide tra Sampdoria ed Atalanta delle 18 e l’anticipo serale tra l’Inter e l’Hellas Verona, piacevole sorpresa di inizio stagione.

L’appuntamento di Marassi vedrà affrontarsi due squadre in salute, entrambe infatti hanno centrato la vittoria nell’ultimo turno di campionato, ma la Sampdoria, vista la situazione precaria in classifica, ha il dovere di regalare al proprio pubblico i tre punti che scaccerebbero le pesanti ombre intorno alla squadra di Delio Rossi. Il presidente Edoardo Garrone, ai margini di un impegno con un club locale di tifosi, ha comunque garantito la fiducia verso il tecnico che oggi affronterà la conferenza stampa di rito.

Molto diversa la situazione in casa Atalanta. Dopo un inizio complicato, i nerazzurri hanno centrato tre vittorie di fila, proiettandosi così nelle zone alte della classifica e non hanno nessuna intenzione di uscire da Marassi sconfitti. Mister Colantuono dovrà però fare a meno di Jack Bonaventura, che, a causa di uno stiramento alla coscia sinistra, sarà costretto al forfait per la trasferta in quel di Genova. Si prospetta quindi un anticipo molto incerto, in cui la Sampdoria dovrà necessariamente far di tutto per portare a casa la vittoria.

Alle 20:45 si disputerà invece la sfida tra Inter ed Hellas Verona, che si preannuncia spettacolare e ricca di emozioni. In casa Inter si è alla ricerca della prima vittoria targata Thohir, dopo che la stessa era sfumata nei minuti finali della sfida contro il Torino. Per i nerazzurri non sarà facile affrontare un Verona che dopo anni si presenta a San Siro carico di entusiasmo, conscio dei propri mezzi tecnici e di un gioco propositivo, mai rinunciatario.

Mazzarri dovrà far a meno dello squalificato Handanovic e di Campagnaro che continua ad essere afflitto da un problema muscolare che lo ha bloccato nelle recenti apparizioni e rischia di fargli saltare le prossime sfide preoccupando, e non poco, lo staff sanitario nerazzurro.
A sorpresa potrebbe quindi ritrovare un posto da titolare Walter Samuel, per garantire all’Inter quella solidità difensiva persa, caratteristica imprescindibile delle squadre di Mazzarri.
Per il resto ampia scelta con il tecnico che potrebbe affidarsi al talento di Kovacic e rinunciare ad Alvarez, affiancando al letale Palacio un Belfodil che contro il Toro ha dato ampi segnali di ripresa.

Il Verona invece si avvicina alla sfida di San Siro con la formazione tipo, con i soli Cirigliano e Marques assenti, quest’ultimo volato in Brasile a causa di un grave lutto familiare.
Gli uomini di Mandorlini non si sentono vittime sacrificali e proveranno ad impostare il proprio gioco nonostante l’Hellas dia nettamente il meglio tra le mura amiche del Bentegodi, dove è praticamente imbattibile, piuttosto che in trasferta.

I nerazzurri, in questo periodo di transizione, che proprio oggi vedrà l’ultima assemblea del Cda di Moratti (che potrebbe comunque rimanere presidente in carica), sperano di invertire la marcia e di regalare ai propri tifosi una vittoria che li rilancerebbe prepotentemente nella corsa alla Champions League.

A guardare la partita con molta attenzione, nonostante i chilometri di distanza, ci sarà un Erick Thoir che ieri ha salutato i tifosi interisti e spera di gioire per i primi tre punti della nuova gestione.