Twitter è il social network preferito per leggere le notizie

I social network non sono più solo un mezzo di interazione sociale e condivisione di idee e pensieri, ma un modo per aggiornarsi in tempo “quasi” reale su ciò che accade. Ogni post si trasforma in una breaking news e ogni commento rappresenta l’opinione circa quel dato avvenimento.

Alcune ricerche, effettuate dal Pew Research Center, evidenzierebbero l’utilizzo di Twitter fra il 16% della popolazione adulta americana e ,il 52% degli iscritti, utilizza il social per leggere notizie. La ricerca è stata effettuata basandosi su più di 5.000 adulti americani iscritti a Twitter o Facebook e analizzando le conversazioni sui social relative a eventi importanti accaduti fra il maggio 2011 e l’ottobre 2013.

I dati esprimono come il 45% degli utenti interessati alle news sia composto da giovani fra i 18 e i 29 anni. Questa analisi viene confermata dal fatto che l’85% degli utilizzatori del sito si collegano tramite tablet o smartphone, strumenti principalmente utilizzati da quella fascia d’età. La ricerca descrive una bella immagine dei giovani d’oggi: tecnologici, istruiti e interessati a ciò che accade nel mondo.

Il confronto con Facebook, che viene spontaneo vista l’importanza dei due social, rivela che il 64% degli utenti americani, e solo il 40% a livello globale, utilizza dispositivi mobili per connettersi al social network di Zuckerberg.
La ricerca descrive anche come in media gli utenti di Twitter siano più facoltosi rispetto a quelli di Facebook, in generale si tratta di persone che dichiarano più di 75.000 dollari l’anno.

Il Pew Research Center ha analizzato la reazione degli utenti in base a eventi importanti accaduti. Le conversazioni avvenute su Twitter non esprimono l’opinione pubblica, anche perché le personalità degli utenti sul social non sono omogenee, però è interessante vederne comunque i risultati che evidenziano l’andamento generale della popolazione.

Ad esempio, nel marzo 2013, quando è avvenuta la prima storica udienza sulla legalizzazione delle nozze gay della Corte Suprema degli Stati Uniti, il 55% era contrario a differenza del 33% favorevole. Alcune settimane dopo, forse anche merito dell’udienza positiva della Corte Suprema, il 43% era a favore contro il 23% contrario.

La tendenza è quindi quella di utilizzare i social network per informarsi sulle news del momento e poter dire la propria di fronte a tutti gli utenti di Twitter o Facebook che sia. In particolare i giovani, come appare dai dati descritti in precedenza, hanno sempre più voglia di mantenersi informati e di esprimere le proprie opinioni relative ad un dato argomento. Per ora gli utenti di Twitter non sono abbastanza per poter rappresentare l’opinione pubblica, ma in futuro, magari, il social servirà a rappresentare in modo chiaro e immediato il pensiero della gente e la loro reazione.

Sabrina Mancin per Bloglive

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here