Dramma al SicDay: perde la vita Doriano Romboni

Il destino, si sa, è beffardo. Ma certe volte supera ogni limite.
In occasione del secondo SicDay, gara indetta per ricordare lo scomparso Marco Simoncelli, lo spettacolo di divertimento si è trasformato in tragedia. Doriano Romboni, classe ’68 con un passato glorioso nel motomondiale, ha perso la vita in un tragico incidente.

L’atmosfera era di festa e Romboni, in compagnia di altri piloti giunti per ricordare il collega e amico Simoncelli, insieme a Dovizioso e Max Biagi, aveva accettato di buon grado di partecipare alla gara amichevole. Gara però che non ha mai finito di correre. Alle 13:41, la moto dell’ex campione e poi dirigente del team Kawasaki, sbanda alla curva 12 e percorre tutto il prato ancora aggrappato alla sua moto che schizzava a forte velocità; il destino però, ha voluto che il veicolo non si fermasse in prossimità del prato ma che giungesse alla curva successiva, dove arrivava -inconsapevole di tutto ciò- Gianluca Vizziello, altro ex campione di velocità; impossibile fermarsi in tempo, e l’irreparabile è successo.

I soccorsi sono arrivati prontamente, e un elicottero è atterrato prontamente per dare i primi soccorsi, vani. Romboni è stato dunque portato all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, dove purtroppo, non c’è stato più niente da fare. Anche Guido Meda, presente in pista, si è catapultato nel luogo del fatale incidente, rimanendo shockato.

La carriera di Romboni è stata a suo modo esaltante, dedicando 15 anni di carriera al team Honda e correndo in 125, 250, 500 e anche superbike. Nella speranza che il suo ricordo rimanga vivo per sempre, ci stringiamo desiderando che questi incidenti fatali in pista non siano più così frequenti.