Il coronavirus lascia a terra Ryanair: tagliato un volo su 5

Ryanair segue l’esempio di molte compagnie aeree e taglia il 20% dei voli dopo l’aumento dei casi di coronavirus.

Che il coronavirus avrebbe avuto conseguenze economiche molto pesanti lo sapevamo già. Sapevamo anche che uno dei settori maggiormente colpiti dalla crisi economica sarebbe stato quello legato ai viaggi. Tra le compagnie aeree più colpite troviamo Ryanair, la compagnia lowcost irlandese, che si trova in grosse difficoltà viste le limitazioni agli spostamenti in Europa. Per questo motivo la dirigenza della compagnia ha deciso di tagliare il 20% dei voli a partire da Settembre. Un portavoce della società irlandese ha fatto sapere che i tagli riguarderanno principalmente la frequenza dei voli piuttosto che la chiusura delle tratte. I paesi più penalizzati dai tagli saranno la Francia e la Spagna: la motivazione è legata alle restrizioni imposte dopo la crescita delle diagnosi nei due paesi nelle ultime settimane.

LEGGI ANCHE >>> Porto San Giorgio, 23enne positivo: tampone obbligatorio per 400 persone

Non solo Ryanair: in crisi tutto il settore dell’aviazione

ryanair lufthansa
Lufthansa, previsti 22.000 licenziamenti (Getty Images)

La crisi legata alla pandemia in corso da gennaio non ha ovviamente colpito solo Ryanair. Sono molte infatti le compagnie che in queste settimane stanno ridimensionando le proprie flotte e i propri voli. Una delle società più penalizzate è Lufthansa, la compagnia di bandiera tedesca. Nonostante i 9 miliardi di euro di aiuti arrivati da Berlino infatti la compagnia si trova in pessime acque dal punto di vista finanziario. Per questo motivo i dirigenti hanno deciso di ridurre il numero di aerei da 760 a meno di 650. Questa manovra porterà alla perdita di circa 22mila posti di lavoro. Anche British Airways si trova in difficoltà: la compagnia ha già licenziato 12mila dipendenti. Previsti tagli consistenti anche per Iberia e AirFrance-KLM. Easyjet invece chiuderà tre basi in Inghilterra con una perdita “solo” di 670 dipendenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Instagram, nuova mossa contro account fake: serviranno i documenti