Kate Winslet e la denuncia sul mondo di Hollywood: “Non vogliono essere scoperti”

Kate Winslet rivela una scomoda verità riguardante il mondo di Hollywood e che inevitabilmente sta facendo discutere non poco nelle ultime ore. Di cosa si tratta e le sue dichiarazioni

Kate Winslet al microfono
Kate Winslet (Getty Images)

Sembrerà strano ai più (o forse no), ma nel 2021 l’orientamento sessuale di una persona per qualcuno è ancora un problema. A qualsiasi latitudine e con qualsiasi conto in banca, l’omosessualità però può purtroppo rappresentare un problema o un ostacolo per molti. E se alcuni dovessero nasconderlo per pudore o per eventuali problemi nella propria carriera, non ci si potrebbe – ahimé – sorprendere. In realtà, i coming out degli attori di Hollywood nascondono più insidie di quanto si potrebbe pensare, parola di Kate Winslet.

La celebre attrice, tra i tanti, di Titanic, in un’intervista al ‘The Sunday Times’ ha voluto dire la sua in merito. “Non saprei dirti quanti giovani attori conosca, alcuni famosi e altri ancora agli inizi, e so che sono spaventati dal fatto che la loro sessualità possa essere rivelata. E che possa anche, in qualche modo, ostacolare la loro carriera”, ha iniziato Winslet. Il problema sembra soprattutto quello di “ottenere ingaggi per ruoli eterosessuali”.

LEGGI ANCHE >>> L’incubo dopo Titanic, la confessione della star: “Non ero pronta”

Kate Winslet e l’omosessualità nel cinema: la sua denuncia

Kate Winslet sorridente
Kate Winslet (Getty Images)

“Un attore molto famoso – ha raccontato – ha appena preso un agente americano che gli ha detto: ‘Capisco tu sia bisessuale, ma non pubblicizzerò la tua sessualità’”. Non solo, ha aggiunto anche: “Posso pensare almeno a quattro attori che nascondono il proprio orientamento sessuale. E’ una questione dolorosa: non vogliono essere scoperti. Ed è quello che dicono: “Non voglio essere scoperto”.

In questo clima, però, l’attrice ha voluto anche lanciare un messaggio importante, affinché invece chi ha il ‘coraggio’ di affermare di essere gay non venga discriminato: “Hollywood dovrebbe lasciarsi alle spalle il vizio di chiedersi: ‘Può quell’attore all’apparenza gay interpretare un eterosessuale?’. Dovrebbe essere illegale, invece è molto diffuso, io non voglio portare un attacco nei confronti d Hollywood – ha concluso -, ma mi piacerebbe che si parlare dei giovani attori, vorrei che per loro ci fosse meno giudizio, meno discriminazione, meno omofobia”.