79enne di Treviso rinuncia al trapianto di rene e muore: “Datelo a chi è più giovane di me”

Gesto da libro di cuore e di una generosità incredibile quello compiuto da un’anziana signora della provincia di Treviso (Paderno), che da 16 anni in dialisi tre volte a settimana, a 79 anni aveva finalmente ottenuto un rene da potersi far trapiantare.

Rina Zanibellato però ha detto no: dopo aver conosciuto negli anni tantissimi ragazzi giovani costretti alla sua stessa schiavitù di dialisi, ha chiesto che fosse dato a loro quel rene, perchè lei la sua vita l’aveva già fatta, lasciando di stucco anche marito, figli e parenti più stretti.

Un sacrificio ed una generosità che sicuramente qualcuno Lassù saprà premiare, ora che la signora è morta nel reparto di nefrologia dell’ospedale Ca’ Foncello, perchè la dialisi non è stata più sufficiente a salvarle la vita.

Lo stesso gesto era stato compiuto nel gennaio scorso anche da un sacerdote della Val d’Ossola, in Piemonte, che a 68 anni aveva preferito morire, donando il rene che doveva essergli trapianto ad altra persona: “Sono solo, non ho famiglia. Lascio il mio posto a chi ha più bisogno di me. A chi ha figli e ha più diritto di vivere”.

L’Italia spesso bistrattata e nota per vicende sconvenienti e di corruzione, è invece capace ancora di gesti eroici come questi!

Ricerca personalizzata