Alimentazione: come dimagrire alla vecchia maniera – sport e meno calorie

    Quando la bilancia dichiara il suo verdetto, scatta subito la ricerca alla dieta perfetta che ci faccia perdere peso in poco tempo e che ci regali una silhouette da sogno in pochi giorni. Negli ultimi anni sono nate tante diete glamour lanciate soprattutto dalle dive di Hollywood e dal mondo dello spettacolo in generale, anche dalla cerchia vip di casa nostra. Inutile dirlo, i chili di troppo si sono accumulati con colombe di pasqua e uova di cioccolato: risultato le nostre forme appaiono inevitabilmente più generose, la pancetta è in vista e i nostri mitici jeans stanno un po’ troppo stretti e aderenti.

    L’inverno, complice anche il gran freddo con i suoi piatti calorici e ricchi di grassi atti a combattere le temperature particolarmente rigide, ha lasciato i suoi risultati sul nostro fisico, l’accumulo delle feste ha dato i suoi esiti; ecco che cosa fare dunque per riconquistare la forma fisica perduta. 

    Una ricerca eseguita da un gruppo di studiosi di Boston dal Beth Israel Deaconess Medical Center e dalla Harvard Medical School, asserisce che per dimagrire e tornare in forma, non è necessario affidarsi alle diete del momento che promettono miracoli a discapito della nostra salute. Basta seguire le indicazioni che provengono dagli antichi suggerimenti: fare esercizio fisico e ridurre i condimenti calorici. Spesso ci si lascia ingannare da integratori, sia bibite e sia in pillole, che promettono di perdere anche due taglie in poche settimane; purtroppo sono solo promesse, dopo qualche settimana vi accorgerete che non è così. Ogni integratore dimagrante ha una sua valenza e funzionalità se associato a una buona e costante attività fisica e a una dieta bilanciata. Questa indicazione la troverete in ogni confezione che acquisterete al supermercato. Esistono però anche integratori più pericolosi per la salute, dai quali è bene diffidare e che bisogna tenere lontani.

    Lo studio di cui sopra accennato ha esaminato soggetti a rischio di grave obesità, l’indagine ha messo in evidenza che la maggior parte degli intervistati è riuscito a perdere peso e quindi a dimagrire, seguendo le line classiche del dimagrimento: fare attività fisica spesso aerobica, come la corsa, ed eliminare cibi calorici e soprattutto condimenti che mettono a rischio calorico le nostre pietanze.

    Gli esperti ripetono, infatti, che non è necessario seguire la “dieta della rucola”, ampiamente criticata, e rinunciare alla pasta; ciò che fa male alla nostra salute e al nostro peso forma, sono i condimenti con cui questa è associata nel suo consumo. Alimenti fritti e ricchi di grassi come il burro per esempio non sono amici della nostra linea, basterebbe seguire una dieta alimentare con porzioni modeste e condite con verdure cotte al vapore o grigliate per non danneggiare e appesantire il nostro peso. Poi mangiare tanta frutta e verdura, le proteine e cucinare in modo sano.

    Dedicarsi alla corsa tre volte a settimana per circa 40-45 minuti (magari meno per iniziare), è un valido aiuto per smaltire le tossine in eccesso ed eliminare i rotolini di troppo.

    L’obesità è diventata un problema molto sentito in America m, anche qui in Italia i livelli di allerta sono al centro dell’attenzione, soprattutto per quella infantile. Bisognerebbe educare i bambini a mangiare bene e a fare regolare attività fisica fin dalla giovane età. In questo modo si tutela la loro salute e si migliora il loro rapporto con il peso e la forma fisica ideale. Ricordatevi di bere molta acqua, circa 2 litri al giorno.

    Ricerca personalizzata