Amazon si lancia nel mondo degli smartphone

Sono circolati a maggio i primi rumor sull’intenzione di Amazon di entrare nel mercato degli smartphone, e in molti hanno ragionevolmente sentito un brivido, visto il successo che ha avuto nel settore tablet con i suoi Kindle Fire.
Oggi sono arrivate notizie più sicure al riguardo tramite TechCrunch.com, che ha confermato la presenza di due progetti in sviluppo presso la sede di Cupertino di Amazon, esattamente all’interno del Lab126 dove vengono sviluppati i progetti più segreti.

La società starebbe progettando due smartphone, uno entry-level e uno di fascia alta.
Il modello top gamma, che porta il nome in codice “Smith“, sarà dotato di una tecnologia molto avanzata che simulerà un effetto 3D nell’interfaccia, tramite quattro sensori fotografici posizionati sugli angoli del device, che tracceranno il movimento degli occhi e della testa dell’utilizzatore. Attraverso questa caratteristica il sistema percepirà la posizione dell’utente rispetto allo smartphone e darà l’impressione della tridimensionalità all’interno di quanto raffigurato sullo schermo. In questo modo solo l’osservatore principale potrebbe vedere gli effetti 3D, non altri nei dintorni.

Questa in sostanza è la stessa funzionalità proposta da Apple con iOS 7, che però ha scelto di utilizzare l’accelerometro e un coprocessore dedicato; il presunto Kindle Phone invece realizzerà lo stesso effetto ma con quattro fotocamere.

Non sappiamo nulla sul sistema operativo che verrà montato, ma presumibilmente verrà sviluppata una versione modificata di Android, come avviene attualmente per i tablet Kindle Fire. Dovranno essere apportate modifiche sostanziali per riuscire a supportare la nuova feature 3D e le altre novità che sono state rivelate nelle ultime ore.

Ad esempio, è trapelata anche la notizia che Amazon stia effettuando dei test per inserire una funzione di riconoscimento facciale per lo sblocco del device e un sistema di riconoscimento degli oggetti tramite fotocamera. In pratica, scattando una foto a un qualsiasi prodotto sarà possibile effettuare una ricerca contestuale su Amazon.com per trovarne il prezzo o individuarne versioni simili.

Il modello entry level invece potrebbe sfruttare le potenzialità di Fire OS 3 Mojito, il sistema che ha fatto il suo debutto sui nuovi Kindle Fire HDX e che sta avendo grande successo.

Amazon insomma non smette mai di stupirci e affrontare nuove sfide, ma soprattutto continua a far tremare altri colossi della sua mole come Samsung e Apple: proprio agli inizi di settembre era circolata la notizia che Amazon volesse regalare uno smartphone Android di ultima generazione a tutti coloro che avessero sottoscritto un abbonamento Amazon Prime. Così ognuno avrebbe potuto godere delle prestazioni di uno smartphone gratuitamente senza il vincolo di sottoscrivere abbonamenti annuali con i gestori di telefonia mobile, come accade oggi. La secca smentita da parte di Amazon è arrivata poco dopo la diffusione della notizia ma questo è bastato a far tremare parecchie sedie.

Nel comunicato Amazon ha dichiarato che per il 2013 non sono previsti smartphone in uscita e soprattutto che non verrano distribuiti gratuitamente. Non si conoscono dettagli sulle strategie di mercato e sui prezzi che il gigante dell’eCommerce vorrà adottare, né tantomeno le tempistiche per un rilascio al pubblico che però si auspica per il 2014.

[Fonte: Techcrunch.com]

Ricerca personalizzata