In anteprima le mete più trendy per le vacanze 2014

Sono molti gli appuntamenti che nel 2014 faranno muovere turisti e appassionati in giro per il mondo. Grandi eventi e commemorazioni, insieme a paesi emergenti più aperti al turismo e ai visitatori. Ecco una selezione di destinazioni da cui prendere spunto per cominciare a pianificare le vacanze del prossimo anno.

Il Brasile ospiterà la prossima Coppa del Mondo e sarà sicuramente una delle mete più desiderate dagli amanti del calcio, e non solo. Da giugno a luglio si accenderanno i riflettori di tutto il mondo su 18 città, per assegnare la coppa più ambita a ritmo di samba. Ma il paese offre molto di più, le cascate di Iguazú, foreste pluviali, grandi spiagge sabbiose, parate di carnevale e feste di ogni genere.

A Panama ricorre il centesimo anniversario del completamento dell’omonimo canale, per il quale sono in programma molti eventi celebrativi che valgono il viaggio, insieme alle altre attrattive del paese. Il mese della ricorrenza è agosto. Per l’occasione si può programmare un tour coast to coast tra le spiagge dell’Atlantico e del Pacifico, visitare le foreste, i vulcani e soprattutto le tipiche piantagioni di caffè.

In Asia, il Myanmar sta aprendo le porte al turismo con maggiore convinzione, tanto che potrebbe diventare una delle grandi destinazioni turistiche dei prossimi anni. I circuiti ATM sono pochi, Internet è una parola rara e molti luoghi non sono visitabili, ma qualcosa sta cambiando, per fortuna. Il Governo ha presentato un master plan per promuovere il turismo responsabile e trarre da questo settore gli sperati vantaggi economici e occupazionali.

Nell’emisfero Nord sono attesi spettacoli naturali di portata eccezionale. Nei primi mesi del 2014 si prevedono aurore boreali di notevole bellezza grazie ad un ciclo di attività solare che raggiungerà il picco massimo proprio questo inverno. Si consiglia di raggiungere il Lago Myvatn nella zona più remota dell’Islanda settentrionale, lontani da ogni forma di inquinamento luminoso.

Anche l’Ecuador sta puntando in direzione turismo, non solo con la promozione, ma anche con ingenti investimenti infrastrutturali per i prossimi quattro anni. È stato già aperto un nuovo aeroporto internazionale a Quito e un treno di lusso ha appena preso servizio. Secondo Living International, questa nazione andina è il miglior posto al mondo per andare in pensione.

Nel 2014 la Nuova Zelanda completerà la sua enorme pista ciclabile Nga Haerenga. 2.500 chilometri tracciati per mostrare il meglio del paesaggio, della cultura e del patrimonio del paese. La rete si compone di 23 itineri più brevi, che coprono entrambe le isole. Il governo della Nuova Zelanda ha investito 50 milioni dollari nella costruzione di questi sentieri, che si snodano attraverso foreste pluviali lussureggianti, laghi glaciali e vecchie linee ferroviarie utilizzate in passato dai minatori durante la corsa all’oro.

Playas de Nosara nella Penisola di Nicoya in Costa Rica è destinata a venire alla ribalta nel 2014 per aver ricevuto l’ambita Bandiera Blu, una certificazione internazionale assegnata alle spiagge che offrono alta qualità ed esperienze ecocompatibili. Spiagge incontaminate, attività educative, programmi di volontariato e rifugi per la fauna selvatica. Non resta che prenotare.

Il Giappone festeggia il 50° anniversario del treno proiettile organizzando alcuni festival, tra cui uno ad Osaka, in marzo, dedicato alla cultura pop. In arrivo anche un nuovo lussuosissimo treno, chiamato Seven Stars, che offrirà ai turisti un modo veloce e chic per attraversare la prefettura di Kyushu.

Dopo le modifiche ai regolamenti sui visti, sarà più semplice visitare l’Africa orientale. Dal 1° gennaio 2014, i turisti potranno spostarsi tra Ruanda, Kenya e Uganda con un visto unico, e questo dovrebbe facilitare la combinazione di più esperienze, in particolare l’avvistamento dei gorilla in Ruanda, degli scimpanzè in Uganda e dei rinoceronti in Kenya, oltri agli altri animali selvatici di queste zone dell’Africa.

San Sebastián, in Spagna, sarà la Capitale Europea della Cultura 2016. Può essere interessante andare alla scoperta di questa città prima che arrivi il turismo di massa. Stretta tra la regione vitivinicola spagnola della Roja e quella francese di Bordeaux, si distingue anche per la sua gastronomia e per il caratteristico pintxo, ossia l’aperitivo.

Infine, Tallinn, in Estonia, che nel 2014 completerà gli scavi delle gallerie sotto le mura di cinta. La città vecchia della capitale estone merita già da sola un soggiorno, ma ci sono anche altre attrazioni, come il nuovo Lennusadam Seaplane Harbour Museum, dove i visitatori possono vedere diversi idrovolanti alloggiati all’interno di grandi hangar. All’interno del museo ha aperto di recente la mostra Titanic Artefact che prende in esame la storia del celebre transatlantico e che, nei primi mesi del prossimo anno, ospiterà diverse cene di gala ispirate all’ultima notte nel ristorante di prima classe della nave.

[Fonte: edition.cnn.com]

Ricerca personalizzata