Antonello Belluco e Il Segreto – il suo film con Romina Power

Il Segreto, un film che ha fatto discutere prima della sua uscita, a pochi giorni dalla presentazione del trailer a Roma. Abbiamo intervistato per voi il regista Antonello Belluco. Ci racconta del film e della scelta nel cast di Romina Power insieme a un gruppo di giovani attori emergenti. Ora si tratta di trovare la distribuzione, ma il regista è determinato, a costo di dover andare “con la pizza (pellicola cinematografica ndr) sotto il braccio in giro per l’Italia”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=mICxquFX1P0[/youtube]

La storia che fa da sfondo al film – definita più volte “scomoda” – è l’eccidio di Codevigo del 1945 ad opera di partigiani della Brigata Garibaldi. Questo ha creato non pochi problemi, come l’autore stesso ha raccontato, proprio perché si racconta la storia da parte dei “vinti”, per voler citare il celebre film di Gianpaolo Pansa.

La realtà è che Belluco non vuole e non ha mai voluto un film politicizzato, ma il suo intento è semplicemente quello di raccontare la storia d’amore tra la giovane Italia e Farinacci Fontana. La gelosia causata dal forte amore alla fine sarà il deus ex machina che porterà al tradimento dei propri cari con il conseguente epilogo dell’eccidio.

Nonostante le difficoltà per la realizzazione, Belluco ce l’ha fatta, ed ottenere ciò che vuole è ogni volta la più grande soddisfazione di questo regista che non si è arreso. Non si è arreso davanti ai tradimenti per paura di ritrovarsi in situazioni scomode. Ma la Storia, di qualsiasi colore sia, va raccontata, per citare Voltaire “non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu possa esprimerla”.

Ricerca personalizzata