Apple e Tesla Motors, così nasce l’auto del futuro

Secondo il San Francisco Chronicle il capo del settore acquisizione e fusioni di Apple, Adrian Perica, avrebbe incontrato insieme al CEO Apple Tim Cook, il visionario fondatore della Tesla Motors Elon Musk.

L’interesse di Apple per Tesla è noto da tempo, durante l’ultimo incontro con gli sviluppatori WWDC 2013 lo stesso Cook aveva annunciato di voler collaborare con le aziende dell’automotive per poter integrare maggiormente Siri a bordo delle auto.
Apple e Tesla Motors per l'auto del futuro
L’integrazione tra Siri e auto è quella mostrata da Valentino Rossi nello spot della nuova Opel Adam, e ancora più stretto è il legame tra Apple e Ferrari, visto che all’interno della Ferrari FF vi sono già installati due iPad Mini per i passeggeri.

Musk è considerato un piccolo Steve Jobs nel suo settore, la sua Tesla Roadster rivoluzionò il concetto di auto elettrica: non più solo un piccolo veicolo ecologico per la città, ma una vera supercar dalle prestazioni sbalorditive.

betterparts.com
betterparts.com

Ultimi aggiornamenti di teleborsa smentiscono le ipotesi di una fusione tra le due aziende, sembrano infatti più accreditate le ipotesi che vedono nell’incontro una probabile collaborazione per lo sviluppo delle batterie.
[youtube]http://youtu.be/4xh_k6O5cwQ[/youtube]
Il Ceo della Tesla infatti sta già lavorando a Gigafactory, la “fabbrica di batterie più grande del mondo”, che ha come obiettivo quello di raddoppiare la produzione mondiale di accumulatori di ioni di litio. Tuttavia molto probabile sembra anche essere l’ipotesi che la collaborazione tra le due aziende abbia lo scopo di creare veicoli completamente connessi.

Tra i traguardi della casa di Cupertino c’è anche quella di entrare nel settore del biomedicale, con delle applicazioni che possano prevedere gli infarti attraverso l’analisi del suono. La Apple mesi fa ha infatti assunto Tomlinson Holman, creatore del sistema sourround 10.2 in collaborazione con George Lucas.

apple.com
apple.com

Inizialmente l’assunzione di Holman era stata vista in ottica scontata: l’ingegnere del suono avrebbe migliorato l’audio dei dispositivi mobili della Apple. A quanto pare invece l’ambiziosa missione sarebbe quella di creare un dispositivo in grado di “ascoltare” il flusso sanguigno per individuare le anomalie che potrebbero portare ad un infarto.

Qualunque cosa bolle in pentola gli ingegneri dei due brand ci hanno già abituati a sbalorditivi balzi in avanti nella tecnologia, questa collaborazione sarà il primo passo verso l’auto del futuro?

Credit photo [appleinsider.com]

Ricerca personalizzata