Apple pensa agli under 13 e lancia la sezione Kids

Benvenuti nel Paese dei Balocchi. Quello creato da Apple, per l’esattezza. Da un nuovo progetto dell’azienda, infatti, nasce il “Kids App Store”, che propone nuove applicazioni pensate per i bambini. L’originale idea di creare un mondo Apple tutto dedicato all’infanzia è nata in occasione della Worldwide Developers Conference ed ha come obiettivo il coinvolgimento divertente e intelligente dei “piccoli utenti”, già attivi sui numerosi device Apple.

Quella Kids è una vera e propria sezione tematica dell’Apple Store. L’area si suddivide a sua volta in tre categorie di applicazioni, selezionate secondo il range di età dei bambini. Un primo segmento è dedicato ai piccoli sotto i 5 anni, mentre gli altri due sono rivolti rispettivamente ai bambini tra i 6 e gli 8 anni e a quelli fra i 9 e gli 11 anni. I prezzi variano da applicazione ad applicazione e la selezione prevede diversi contenuti gratuiti.

L’offerta non si limita alla dimensione del gioco, come è stato per il passato, ma prevede anche applicazioni interattive dal taglio educativo. Numerose le aree tematiche offerte che spaziano dalla cultura alla geografia, dalla natura alla musica. Tra le principali sezioni si trovano “Create & Play”, “Explore the World”, “Musical Apps”, “Learning Made Fun” e “Interactive Kids Stories”. Per gli utenti più piccini esistono contenuti dedicati all’ABC dell’apprendimento, utili per imparare ad esempio numeri e colori.

Tra le applicazioni più creative c’è sicuramente quella di Pixar basata sul cortometraggio animato “La Luna” di Enrico Casarosa, nominato anche agli Oscar. Un progetto con video interattivi che permette ai bambini di esplorare a fondo la storia, i personaggi e le dinamiche di realizzazione del cartone animato. Anche il progetto svedese Toca Boca presenta per Apple una grande varietà di trivial games e applicazioni per l’apprendimento dedicate al corpo umano, piuttosto che alla cucina o alla scienza.

Nella realizzazione di questo progetto Apple ha prestato molta attenzione al rispetto dei diritti dei bambini, operando nel massimo rispetto del Children’s Online Privacy Protection Act (COPPA), la normativa a tutela della riservatezza dei dati sensibili relativi ai minori nel web. Non è consentita infatti la richiesta di alcun dato personale al momento del download delle app ed è totalmente vietata la raccolta di informazioni per la definizione del target a scopo pubblicitario.

Il lancio della sezione Kids può essere considerato un’esperienza unica all’interno del mondo Apple, che mai prima d’ora aveva dedicato un intero progetto esclusivamente al mondo dei ragazzi sotto i 13 anni. E chissà che il futuro non riservi a questa iniziativa grandi sorprese e successo.

[Fonti: ElPaís.com e Techcrunch.com]

Ricerca personalizzata