“Apple Town” il nuovo campus ecologico

    L’azienda di Cupertino avrebbe scelto il celebre architetto britannico Norman Foster per riprogettare il nuovo campus da 60 acri acquistato dalla Apple. L’Apple town conterà esclusivamente sull’energia solare, con un’economia zero-carbonio, e un’ecologia zero-rifiuti.

    Il giornale spagnolo El Economista, riferisce che il celebre architetto britannico Norman Foster è stato scelto da Apple per progettare il nuovo campus da 60 acri acquistato a Cupertino e che in precedenza era di HP. Norman Foster e il suo studio di architettura Foster & Partners sono noti per aver progettato il viadotto di Millau, la cupola del Reichstag e la torre della Swiss Re di Londra (conosciuta come The Gherkin, “il cetriolo”) e il progetto Masdar, “la città sorgente” pianificata ad Abu Dhabi (negli Emirati Arabi Uniti), un modello simile a quanto l’architetto avrebbe in mente per Apple e che El Economista ha ribattezzato “Apple town”. Così come la città di Abu Dhabi, l’Apple town conterà esclusivamente sull’energia solare, con un’economia zero-carbonio, e un’ecologia zero-rifiuti. Il campus sfrutterà “materiali polifunzionali, attrezzattura all’avanguardia e tecnologie avanzate nel campo delle risorse energetiche rinnovabili”. La “città nella città” ospiterà il team di progettazione, ricerca e sviluppo e sarà collegato allo “storico” campus di 1 Infinite Loop tramite una rete di trasporto sotterraneo, lasciando in alto spazio a grandi parchi.

    Ricerca personalizzata