In arrivo Wallet Card, la nuova carta di debito firmata Google

Fino a poco tempo fa, Google permetteva di fare acquisti con un’app dedicata, direttamente dal proprio smartphone. Ora, invece, il colosso americano ha lanciato sul mercato Google Wallet Card, una reale carta di debito prepagata, ottenibile facilmente da tutti gli utenti iscritti al servizio, utilizzabile in tutti i negozi a circuito MasterCard, oltre che su tecnologia NFC, che consente il prelievo in contanti presso tutti gli sportelli Atm (uso bancomat).

Dalla data della sua creazione, maggio 2011, Wallet ha subito numerosi cambiamenti, sia per la tipologia e numero di device compatibili, che per tipologia di circuiti di transazione supportati. Infatti la carta in un primo momento era vincolata alla sola tecnologia NFC, non supportata da tutti gli esercizi commerciali; per tale motivo in Mountain View hanno deciso di associare la carta al circuito Mastercard, utilizzabile ovunque, sia per acquisti online, che in negozi tradizionali.

Ottenere la carta Google è molto semplice, basta infatti richiederla comodamente online, e non prevede alcun canone di pagamento, annuo o mensile che sia, salvo le commissioni richieste da un terzo istituto di credito al momento di un prelievo allo sportello. Con Wallet Card sarà dunque possibile spendere i soldi conservati sul proprio conto Google Wallet senza doverli trasferire sul conto bancario. Inoltre, la carta Google potrà essere comodamente ricaricata sia da un conto bancario ad essa collegato, che tramite bonifico bancario trasmesso anche da Gmail.

Attualmente il servizio è attivo solo negli Usa, dove la carta, una volta prenotata gratuitamente online, viene ricevuta direttamente all’indirizzo indicato, dopo circa 15 giorni. Per quanto concerne l’Italia, non sono ancora previste date precise per l’attivazione. Con l’arrivo del colosso americano nel comparto del commercio elettronico la concorrenza sul mercato sarà ancor più alta: da una parte con i cinesi di Alibaba, creatori del servizio Alipay, e dall’altra con American Express che, in India, ha da poco lanciato il suo portafoglio virtuale eZeClick.

Ma questo nuovo servizio lanciato da Google che impatto avrà sulla privacy? Secondo alcune indiscrezioni, i dati relativi alle transazioni con la Wallet Card, con relative descrizioni degli acquisti effettuati, le cifre e i dati sensibili del venditore, saranno tutti archiviati in un profilo Google dell’utente, il tutto con un unico fine: l’utilizzo futuro per l’invio di pubblicità mirata.

Ricerca personalizzata