Australian Open 2014: continua il volo di Fognini e Pennetta

L’azzurro è il colore dominante di questa terza giornata degli Australian Open 2014: entrambi i nostri alfieri in gara oggi, Fabio Fognini e Flavia Pennetta hanno superato agevolmente i rispettivi impegni, qualificandosi per il terzo turno del primo slam stagionale. Tra i favoriti del torneo, prosegue senza soste la marcia di Novak Djokovic e David Ferrer, mentre in campo femminile avanza la beniamina di casa Stosur; il treno Serena Williams prosegue senza soste la sua marcia verso la finale.

Il tennista di Arma di Taggia, numero 16 delle classifiche ATP, aveva sulla carta un impegno non semplice contro quella vecchia volpe che è Jarkko Nieminen. Ma, se in giornata, il ligure ha dimostrato di poter dire la sua anche su questi campi. Dopo essersi trovato subito sotto per 3 a 0, “Fogna” prendeva le misure al finlandese restituendogli il break nel quinto gioco, per poi chiudere il primo parziale per 7 a 5 dopo aver rubato nuovamente il sevizio all’avversario nell’undicesimo game. Capitalizzato al meglio l’unico break del secondo parziale, Fognini ha accusato un leggero calo di concentrazione nel terzo set, per poi chiudere 6 a 2 senza problemi al quarto. Ora per lui lo statunitense Querrey, specialista di queste superfici ma alla portata del ligure. Obiettivo seconda settimana.

Flavia Pennetta sembra vivere una seconda giovinezza: dopo l’infortunio al polso che l’ha costretta ai box per oltre un anno, la brindisina, semifinalista a Flushing Meadows a settembre, è tornata ai livelli che la portarono ad essere la prima italiana nella storia ad entrare nella top ten del tennis mondiale. L’ostacolo non era dei più difficili, anche se la giovane portoricana Puig e un giovane prospetto molto interessante, ma ciò che fa ben sperare è l’autorità con cui Flavia ha affrontato il match: l’avversaria, infatti, non ha mai avuto la possibilità di strappare il servizio alla tennista azzurra ed il punteggio finale (6-3, 6-4) non dice tutta la verità sul dominio della brindisina. Ora per la Pennetta il pericolo viene dalla Germania, con la Barthel (2 a 1 alla sorprendente Kumkhum, giustiziere della Kvitova) al terzo turno ed eventualmente la Kerber agli ottavi.

I big.

Per quanto riguarda il campo dei favoriti, il tabellone maschile oggi presentava su tutti il match di Novak Djokovic: il serbo, numero 2 del seeding, ha dato spettacolo contro il modesto argentino Leonardo Mayer, dimostrandosi in ottima forma e chiudendo agevolmente in 3 set. Ora Nole affronterà l’uzbeko Istomin, il quale sta proponendo un buon tennis qui a Melbourne e che sarà un test più probante per le condizioni dell’ex numero uno del mondo. Passano il turno senza patemi anche Thomas Berdych e David Ferrer: il primo supera senza problemi il bombardiere francese De Schepper in 3 set, lo spagnolo, invece, deve ricorrere al quarto parziale per sbarazzarsi dell’altro transalpino Mannarino. Rimanendo in terra francese, buona la prova anche di Richard Gasquet: l’allievo di Riccardo Piatti affronterà ora Tommy Robredo, in un match tutto da gustare.

Tabellone femminile.

Serena Williams, la numero uno del mondo, e favorita del torneo, non ha incontrato alcuna difficoltà contro la serba Dolonc, la quale si è dovuta accontentare della miseria di 3 game. Il percorso della statunitense, ora, prevede la slovacca Hantuchova, con possibile incrocio agli ottavi con Samantha Stosur. Proprio la beniamina di casa si è sbarazzata senza alcun problema della bulgara Pironkova, vincitrice solo 5 giorni fa al torneo di Sydney: 6-2 6-0 il punteggio per l’Aussie la quale ora dovrà superare il sempre difficile impegno con l’ex numero uno de mondo Ana Ivanovic. In palio la sfida a Serena Williams.

Ricerca personalizzata