Auto travolge una processione: due morti e quattro feriti

    Ieri sera un’ automobile si è schiantata contro una processione della Via Crucis che si stava svolgendo a Vernante, in provincia di Cuneo. La processione stava passando per la statale 20 di Col di Tenda, una strada che collega Cuneo e la Francia. Il bilancio attuale è di due morti e quattro feriti gravi. L’incidente è avvenuto intorno alle 21 di ieri sera.

    L’incidente è stato causato da una donna, Patrizia Rinaldo (55anni), che stava guidando la sua Hyundai con un tasso alcolemico di 1,6, quando il limite massimo consentito dalla legge è 0,5. La donna è stata arrestata con l’accusa di omicidio colposo e trasportata nel carcere Vallette di Torino. In seguito al terribile impatto con la processione, Patrizia non si è fermata, ma ha proseguito nella sua folle corsa. I carabinieri l’hanno poi fermata – in stato di choc – circa sei chilometri più avanti rispetto al luogo dell’incidente. La donna ha dichiarato ai militari di non essersi fermata in prossimità della processione solo a causa di un malfunzionamento ai freni della sua automobile.

    Le vittime di questa terribile strage sono due: Giovanni Barberis, di 75 anni, era un ferrioviere in pensione ed è morto sul colpo in seguito all’impatto; Margherita Viale, 84 anni, è morta all’ospedale di Cuneo, nonostante i medici abbiano lottato per tenerla in vita. Secondo gli ultimi aggiornamenti, i quattro feriti stanno leggermente meglio e sono fuori pericolo di vita.

    Al momento dell’incidente, la Via Crucis era appena partita. L’auto guidata da Patrizia Rinaldo è piombata sul secondo gruppo di persone che componevano la processione, mentre il primo gruppo, composto dal sacerdote e da una decina di chirichetti, era appena passato oltre.

    Ricerca personalizzata