Ballottaggio Napoli, De Magistris: Sarò il sindaco di tutti

De MagistrisÈ Luigi De Magistris il nuovo sindaco di Napoli: lo spoglio è ormai terminato e lo scarto tra il candidato dell’Italia dei Valori e il suo rivale, Gianni Lettieri, supera i 30 punti percentuali. E l’ex pm si presenta in sala stampa visibilmente commosso per un risultato inatteso,  almeno per le proporzioni (65% contro il 35% del rivale) e che gli affida una grande responsabilità: guidare la città in una difficile rinascita. Le prime parole del neo-sindaco sono per la città, “una città liberata” come dichiara lo stesso De Magistris; una città che ha dimostrato di “voler mettere da parte gli anni del Bassolinismo, di voler cambiare pagina e di essere contraria anche all’idea del fare politica del centrodestra, lontana anni luce dalla nostra idea della politica”.

L’ormai primo cittadino del capoluogo partenopeo ha voluto ringraziare tutti i napoletani che lo hanno votato “per il loro coraggio, la loro voglia di cambiare modo di fare politica. Ringrazio anche – ha detto De Magistris – il Partito Democratico e tutte le altre forze che mi hanno accompagnato anche in seconda battuta. Ma anche il professor Pasquino (candidato del terzo polo al primo turno) per la sua serietà, la sua correttezza e per l’impegno che avrà nel futuro della nostra amministrazione (è stato indicato come possibile nuovo presidente del consiglio comunale”. E De Magistris ha tenuto a chiarire che non sarà un sindaco di parte ma “il sindaco di tutti, che di chi ha votato Lettieri e gli altri candidati al primo turno. Quello di oggi è il successo di un grande movimento popolare che mi dà una grande responsabilità, ma anche una grande leggerezza”.

de magistris

E proprio il candidato del Pdl, Gianni Lettieri, ha voluto fare gli auguri al neo eletto durante una breve dichiarazione rilasciata alla stampa: “Auguri e buon lavoro a chi ha vinto. In bocca al lupo e alla città ogni bene. Ringrazio chi mi ha votato. Il risultato è sotto gli occhi di tutti ed è inequivocabile”. E proprio quando Lettieri ha lasciato il suo comitato elettorale ci sono stati attimi di tensione con uno scambio di sfottò e anche qualche schiaffo tra i suoi sostenitori e quelli di De Magistris: la situazione si è poi subito tranquillizzata.

Ricerca personalizzata