La barba va di moda. E questa affermazione dovrebbe mettere tutti d’accordo. Ma deve essere folta e ben definita, altrimenti si ricorre al trapianto.
Da New York a Londra si contano, ad oggi, più di 4.500 trapianti di peli per rinfoltire la barba. Con una particolare attenzione al pizzetto, come testimoniano Brad Pitt, Ben Affleck e George Clooney.

Addirittura questa nuova tendenza tra gli uomini supera del 13% l’aspirazione britannica del naso piccolo.
Adesso rifarsi il naso è cosa già bella che superata, dunque. A sposarsi con le mode del momento, la barba è quanto più concerne all’immagine di uomo – finto – trasandato e che abbraccia le tendenze dettate dallo street style.

Ma in cosa consiste il trapianto della barba?

La tecnica prevede che la zona prescelta venga rinfoltita attraverso peli estrapolati da altre zone del corpo, questi vengono poi rimpiantati sul viso facendo dei taglietti e praticando un anestesia locale. Esattamente come accade per un trapianto di capelli.
Il 90% di questi peli – la riuscita non è mai garantita – dovrebbe poi impiegare dieci mesi per crescere e donare – il sofferto – effetto desiderato.

Sofferto anche in termini economici. Perché per avere un baffo folto o un pizzetto definito non si bada a spese.
Di media, infoltire i baffi costa 2.400 sterline, mentre, per la barba completa il costo ammonta alle 9.000 sterline.
Questa moda statunitense riguarda gli uomini dai 20 ai 40 anni. Raccoglie quindi una fascia d’età abbastanza ampia, ma con un desiderio comune.

La barba di molti uomini altro non è che la protezione inconscia del proprio viso.
Si tratta del desiderio di voler nascondere a se stessi, e al mondo intero, le imperfezioni.
Accade per i segni lasciati da una forte acne giovanile, così come per le asimmetrie del viso. Il modo in cui si porta la barba può dirla lunga su quanto si nasconde dietro quell’iconico tocco hipster. Ma ad approcciarsi a questo tipo di chirurgia, anche coloro la cui barba non è uniforme.

La barba, del resto, non passa in osservata. Riesce perfino a nascondere quell’aria da ragazzino che gli uomini si portano dietro a lungo nel tempo, salvando la faccia di molti in ambito professionale.
E perché no, riuscire ad scaturire interesse nei confronti di una donna, mirando proprio all’ormai indiscusso fascino della barba. Da necessità, quindi, a tendenza affermata.

[Credit Photo: www.huffingtonpost.it]