Barbara D’Urso, la bestemmia e il video che scandalizzano il Moige

La regina dei programmi tv, Barbara D’Urso, è di recente al centro di alcuni scottanti avvenimenti avvenuti nel suo show di punta, Domenica Live. La popolare conduttrice ha infatti dato scalpore per due episodi che vedono coinvolti non solo Barbarella, ma anche la Chiesa e il Moige, il Movimento Italiano Genitori.

In una puntata dello show del 13 gennaio, durante l’intervista ad Alex Gadea, il bel Tristan de Il Segreto, si sente quella che sembra una bestemmia da parte del traduttore del video. La D’Urso prova a correre ai ripari, cercando di giustificare l’interprete con più di una scusa, ma nonostante tutto il video ha fatto il giro del web in poco tempo, scandalizzando i fedeli e incendiando gli animi di chi non apprezza molto lo show della popolare conduttrice di Canale 5.

Sembrerebbe tutto tornato alla normalità, quando domenica 19 gennaio, nella fascia pomeridiana di Domenica Live, è andato in onda un servizio sull’Italia a luci rosse, proprio nelle primissime ore del pomeriggio. La scelta è stata dettata dal forte calo di ascolti che il programma ha subito contro la concorrenza de L’Arena di Giletti e di Mara Venier con il suo immortale Domenica In. L’azzardo del piccante in quella fascia oraria avrà dato i frutti sperati, ma ha anche incentivato il filone delle polemiche che si sono sollevate dopo alcuni video mandati in onda: la sedicente ninfomane è stata mostrata fin troppo alla mercé dei telespettatori, anche grazie ad una scarsa censura da parte della redazione video. Le immagini che scorrevano sullo schermo provenivano da Lucignolo, noto programma notturno che racconta la verità nuda e cruda in seconda serata.

Il caso è diventato pubblico quando ad intervenire è stato il Moige che con una nota si è subito dissociata da quanto visto in tv e ha minacciato battaglia. Elisabetta Scala, direttrice dell’Osservatorio sui minori, ha commentato il fenomeno definendolo una delle pagine più tristi e trash della nostra tv. Una parentesi non destinata ad affievolirsi, anche a causa della testa che Mediaset ha deciso di mettere sul piatto d’argento come responsabile: Marco Giordano, già curatore di Lucignolo e attualmente gestore di Videonews. La sua poltrona è stata messa in discussione proprio per i contenuti poco adatti alla domenica pomeriggio, descrivendo come il fine di salvare il programma e il suo share non giustifichi il mezzo usato per ottenerlo.

Lo spietato popolo del web, intanto, continua a chiedere la taglia sulla conduttrice che intanto si dichiara innocente e nemmeno lontanamente responsabile degli accadimenti degli ultimi giorni.
A proteggere Barbara D’Urso vi è l’affetto di coloro che sono affezionati a lei per il modo con cui tratta degli argomenti di attualità e di cultura.

Ricerca personalizzata