Basket: Europa amara per Roma e Reggio Emilia

La due giorni di Eurocup di basket delle nostre squadre parte con il piede sbagliato. L’Acea Roma subisce la seconda sconfitta consecutiva mettendo in difficoltà il possibile proseguo della propria avventura europea. Nel girone si trova a soli 4 punti appaiata al CAI Zaragozza, affrontata nel turno precedente e vittoriosa contro gli uomini di Dalmonte che devono fare i conti anche con la debacle di ieri.

Punteggio finale che vede i tedeschi imporsi per 85 a 75, con Roma incapace di reagire dopo il parziale del secondo quarto che ha visto Bonn scappare sul più 20. Il tentativo di rimonta veniva smorzato agevolmente dagli ospiti e l’Acea è stata costretta ad arrendersi all’amaro verdetto. Doppia cifra per i 4 americani con Hosley trascinatore nella fase calda, 18 punti totali, mentre Goss chiude a quota 10. Baron con 14 e Jones con 19 non bastano per il recupero finale.

Stessa sorte tocca a Reggio Emilia in Eurochallenge, anch’essa sconfitta dai finlandesi del Teho Kotka per 75 a 71. Ciniciarini ancora out e la Grissin Bon non riesce ad uscire dal pantano in terra nordica. Buone le prove dei singoli con James White che raggiunge i 19 punti e Brunner che si conferma asso di coppe con 18 segnature e 12 rimbalzi catturati. Scarso l’apporto di Karl, solo 11, e Bell appena 8 punti.

Prosegue stasera la fase a gironi dell’Eurocup delle nostre italiane impegnate nell’ultima partita del girone di andata.
Cantù sembra avere strada spianata affrontando a Zagabria il Cibona, nobile decaduta del basket europeo, che fino a questo momento non è riuscita a raggranellare neanche un misero punticino nel girone. Gli uomini di Sacripanti veleggiano sicuri e saldi grazie all’ottimo cammino europeo che li ha visti sempre vittoriosi nelle quattro precedenti giornate. FoxTown prima anche in campionato che trova a Zagabria alcune facce note anche al pubblico italiano: D.J. Strawberry, figlio dello storico giocatore della MLB, ex giocatore di una sfortunata edizione della Fortitudo. Ma anche il coach Spahja è stato visto in Italia sul pino di Roseto. In campo chiavi della squadra affidate all’esperto Davor Kus e al talentuoso Jenning, la scorsa stagione a Siena.

Varese sarà impegnata contro i tedeschi del Ratiopharm Ulm, al momento in vetta al girone insieme a Valencia. Squadra con un mix di giocatori tedeschi e americani, l’Ulm si presenta al PalaWhirlpool speranzosa di trovare il terzo successo di fila dopo aver sconfitto Lubiana e Paris-Levallois. Coach Frates con il dubbio Coleman, ancora da valutare per qualche guaio fisico alla caviglia. La Cimberio conta sulla pronta voglia di riscatto dopo la pesante sconfitta contro Valencia che ha visto Hassell e compagni andare sotto di 30 punti.

Ultima italiana in Eurocup è la Sassari delle meraviglie: o almeno questo potrebbe essere una prima distratta valutazione dopo aver visto il match di domenica sera contro Varese con lo scintillante Green da 45 punti. In realtà la Dinamo è reduce dallo straziante finale di partita contro lo Cedevita di Zagabria, con la squadra sassarese capace di farsi recuperare nell’ultimo quarto dopo aver toccato anche il più 17. Avversari di giornata i belgi dello Charleroi a quota 0 nel girone del Banco di Sardegna. Giocatori poco conosciuti con l’americano Green che sembra essere il punto di forza di un roster che ha visto la recente addizione dell’ala americana Trapani, chiamato a sostituire Masset. L’impegno sulla carta si direbbe agevole: qualcuno lo vada a dire a coach Sacchetti dopo l’esperienza vissuta 7 giorni fa in quel di Zagabria.

[foto : www.basketreggio.it]

Ricerca personalizzata