Berlinale 2014, l’Italia fuori dalla gara per l’Orso d’Oro

Manca davvero poco all’inaugurazione del Festival di Berlino che, come ogni anno dal 1951, si svolgerà per due settimane, dal 6 al 16 febbraio nella capitale tedesca. la 64 esima edizione della Berlinale non candiderà titoli italiani per l’Orso d’Oro

Molti titoli sono fuori dalla competizione come il film a luci rosse di Lars Von Trier, Nymphomaniac, che sarà proiettato in versione integrale (circa 6 ore) e l’attesissimo lavoro di George Clooney, The monuments Men- eroi inconsueti come regista e partecipante al cast insieme a Matt Damon e Cate Blanchett. Nella sezione Panorama l’italia viene rappresentata da tre titoli, In grazia di Dio di Edoardo Winspeare, Felice chi è diverso di Gianni Amelio e Natural Resistence di Jonathan Nossiter.

In apertura ci sarà il film di Wes Anderson con The Grand Budapest Hotel, storia di un concierge che lavora in un leggendario hotel di Praga che diventa amico di un suo collaboratore più giovane fino ad essere coinvolti entrambi in una battaglia per il patrimonio di famiglia. Alla conquista dell’Orso d’Oro l’americano Richard Linklater con Boyhood con Patricia Arquette ed Ethan Hawke, il giapponese Yoji Yamada con The Little House e la peruviana Claudia Liosa con Aloft.Per i francesi Alain Resnais con Aimer, boire et chanter e La voie de l’ennemi di Richid Bouchared.

I titoli della Berlinale Special sono American Hustel di David O. Russele e A Long Way Dawn di Pascal Chaumeil. Il prestigioso premio verrà assegnato al grande regista inglese Ken Loach, autore di film come Terra e libertà, Il vento che accarezza l’erba e La parte degli angeli. Nel 1994 Loach aveva già ricevuto il Leone d’Oro alla carriera al Festival di Venezia.

La giuria della Berlinale 2014 è composta dal produttore americano James Schamus, l’attore austriaco due volte premio Oscar Christopher Walz, Barbara Broccoli, Trine Dyrholm, Mitra Faharami, Greta Gerwing, Michel Gondry e Tony Leung. Duecentomila biglietti già venduti.

Ricerca personalizzata