Berlusconi, 25 anni dopo: “Sono tornato per liberarvi dai Cinque Stelle”

silvio berlusconi

“L’Italia è il Paese che amo. Il mio senso di responsabilità mi impone di scendere in campo perché oggi, esattamente come 25 anni fa, il nostro Paese corre un pericolo molto serio”. Con queste parole Silvio Berlusconi, in un videomessaggio commemorativo dei 25 anni di esistenza di Forza Italia, ha annunciato il suo ritorno in campo.

Berlusconi ha così formalizzato la sua candidatura alle prossime elezioni europee e lo ha fatto puntualizzando anche il motivo di questo suo attaccamento alla politica: “Oggi l’Italia non corre più il rischio della sinistra comunista, ma del Movimento 5 Stelle, che è una forza politica moderna nei modi di comunicare ma vecchissima nelle idee, nei contenuti e nelle proposte. Nel loro programma c’è tutto il peggio del Novecento”. “Per questo – ha spiegato – ritengo che l’appello fatto 25 anni fa, quando fondai Forza Italia, sia drammaticamente attuale anche oggi. Con la stessa determinazione e lo stesso entusiasmo di quel tempo, io torno in campo”.

Il leader di Forza Italia ha puntato il dito contro i Cinque Stelle, affermando di rappresentare una forza politica che è contraria praticamente a tutto: dall’economia di mercato alle infrastrutture, dallo Stato di diritto alla democrazia parlamentare, fino alle garanzie di giustizia e libertà. “Loro – ha detto – hanno persino trasformato la presunzione di innocenza garantita dalla Costituzione in presunzione di colpevolezza”.

Per convincere gli italiani dell’opportunità di un suo ritorno in campo, Berlusconi ha sottolineato di avere ora più esperienza e più relazioni di 25 anni fa, ma “la determinazione e l’entusiasmo sono sempre gli stessi”. Il suo obiettivo è lavorare ad un’Europa migliore di cui l’Italia sia protagonista. “Con l’autorevolezza di cui ancora godo nel Ppe e in Europa, sono pronto a dedicarmi a questo impegno. Questo imperativo mi viene dal cuore. Per questo, dopo 25 anni dalla prima volta, vi dico: Forza Italia, forza Europa e viva l’Italia!”.

Ricerca personalizzata