Berlusconi: Italia al riparo da speculazione

    Il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha affermato che il nostro Paese troverà nel 2011 un anno di ripresa dell’economia, già iniziata nel 2010, ma ha anche avvertito che il prossimo anno bisognerà continuare a fare sacrifici.

    Il premier italiano non ha, infatti, escluso che ci possano essere ancora turbolenze sui mercati, per la zona Euro, ma ha assicurato che l’Italia sarà al riparo dalla speculazione.

    Proprio per questo, ha aggiunto, nei prossimi mesi sarà necessaria una forte stabilità di governo, che il premier intende ottenere attraverso un allargamento della sua maggioranza. Se ciò non fosse possibile, allora il voto sarebbe inevitabile.

    L’analisi dei “credit defaul swaps”, ossia dei contratti assicurativi sui titoli del debito, nonchè dell’andamento dei titoli stessi, soprattutto i pluriennali come i Btp, indicano un loro miglioramento, che ha avuto inizio dopo il 14 dicembre, quanfo il governo ha ottenuto la maggioranza.

    Da allora, i cds e i poliennali hanno vissuto un ribasso dei loro rendimenti, indice che la fiducia nel nostro Paese è migliorata, grazie a prospettive immediate di stabilità, non di crisi al buoi o di una campagna elettorale, che avrebbe la conseguenza di lasciare il Paese senza guida e senza rigore di spesa, per almeno 4-5 mesi.

    E che la stabilità giovi all’economia lo dimostra il calo dei cds a 5 anni, di circa 40 punti base, in pochi giorni, in cui lo spartiacque è sempre il 14 dicembre.

    Certo, il nostro livello, ben sopra i 200 bp sono lontani da quelli francesi, a 104 o tedeschi e inglesi, attorno ai 60!

    Ricerca personalizzata