BlackBerry ha ormai perso il passo

Fino a qualche anno fa la BlackBerry la faceva da padrona nel mercato dei cellulari, oggi si trova in una situazione critica.
Gli ultimi 10 giorni, per l’azienda canadese, sono stati pieni di novità: dall’annuncio della privatizzazione con l’ingresso in scena del consorzio capitanato da Fairfax Financial Holdings, che acquisirà la totalità del pacchetto azionario, alla comunicazione dei risultati del secondo trimestre fiscale, con la conferma di un rosso di 965 milioni di dollari e ricavi in flessione del 45% ed infine con la comunicazione del prossimo taglio del 40% della forza lavoro nell’ottica di focalizzare la compagnia sul solo mercato business.

A peggiorare il quadro per la società è arrivata la stoccata della Gartner, che ha invitato a chiare lettere le aziende sue clienti e clienti di Blackberry, a trovarsi un’alternativa. Gartner non si spinge a dire che BlackBerry è destinata a fallire, ma ci manca davvero poco. Inoltre l’aver fissato in sei mesi la finestra utile, per le grandi aziende che utilizzano gli smartphone o le applicazioni targate BB, per virare su altri fornitori garantendo si un piano di backup adeguato dei dati mobili.

Molte multinazionali ed alcune agenzie governative Usa hanno già rimpiazzato da tempo i dispositivi BlackBerry con IPhone, IPad o smartphone e tablet Android. È un orientamento in atto da già quattro anni ma si è intensificato nel corso degli ultimi 12-18 mesi.
Il problema per la casa canadese sta nel fatto che il suo software non offre tutti i componenti necessari per gestire i terminali basati su sistemi operativi Google ed Apple. Inoltre il giudizio negativo di Gartner è anche dovuto dai negativi dati di vendita dei nuovi BlackBerry BB10 : dei complessivi 5,9 milioni di smartphone spediti sul mercato nel secondo trimestre fiscale solo una piccola parte sono basati sul sistema operativo di ultima generazione. La serie Z10, lanciata lo scorso marzo, ha pesato sul bilancio (come inventario di magazzino) per oltre 930 milioni di dollari ed il paragone con i 9 milioni di IPhone 5S ed IPhone 5C venduti da Apple in un solo weekend è molto stridente.
Gartner sentenzia ma il mercato ha già operato lo “switch”.

Ricerca personalizzata