Brigadeiro: dolci delizie al cioccolato

Brigadeiro è un semplicissimo dolce al cioccolato, molto amato in Portogallo ed in Brasile, che viene servito spesso nelle feste di compleanno e soprattutto in quelle dedicate ai bambini. Questo delizioso bon bon è anche conosciuto come il tartufo nazionale del Brasile perché la sua forma ricorda appunto quella dei tartufi al cioccolato.

Nasce nel 1940 e deve il suo nome al brigadiere – “brigaderios” – Eduardo Gomes, famoso uomo politico e militare brasiliano, uomo molto affascinante con un fisico scolpito e imponente, celibe e molto apprezzato dalle donne.  La storia racconta che il brigadiere si candidò alla presidenza della Repubblica e il gruppo di lavoro che sosteneva la sua candidatura organizzò diverse feste di quartiere: durante una di queste le donne crearono il famoso dolce mescolando semplicemente latte condensato, burro e cioccolato e lo chiamarono “Brigadeiro” proprio in suo onore.

Ci sono due modi di servire questa chicca al cioccolato: una è quella tradizionale di creare con l’impasto delle palline per poi ricoprirle di codette di cioccolato, l’altra è quella di mangiarlo “al naturale” col cucchiaio lasciando l’impasto un po’ più fluido. C’è però da dire che è anche ottimo e viene spesso usato come ripieno per torte, biscotti e altri dolci.

Esistono anche le varianti al classico brigadeiro: beijinho – che significa “bacino” – è la variante al cocco mentre cajuzinho caju è una frutta brasiliana – è quello con le arachidi. Le guarnizioni finali si sono anch’esse evolute nel corso del tempo grazie anche alla fantasia di chi le preparava: oltre alle classiche gocce o codette di cioccolato quindi, potremmo usare le codette colorate, le mandorle tostate e affettate, la farina di cocco e molto altro ancora.

Ma vediamo adesso come preparare i brigadeiros. Gli ingredienti necessari sono: 1 barattolo-tubetto di latte condensato (200 ml circa), 1 cucchiaio di burro, 3 cucchiai di cacao in polvere e cioccolato a scaglie o codette per la guarnizione.

Procedimento: prendete una casseruola dal fondo spesso, versateci tutti gli ingredienti e cuocete a fiamma bassa mescolando con un cucchiaio di legno per circa 10 minuti o comunque fino a quando non vedrete il composto che, addensandosi, si stacca dalle pareti della casseruola. Spegnete e versate il composto in una teglia o ciotola precedentemente imburrata e lasciatelo raffreddare. A questo punto, ungetevi le mani col burro e formate con l’impasto delle palline dal diametro di 3 cm, rotolatele nelle codette e riponetele in pirottini di carta. Disponete infine i brigadeiros in un piatto da portata e servite, in Brasile li accompagnano spesso con una bevanda al guaranà.

Per i beijinho invece, quelli al cocco, usate: 1 barattolo di latte condensato, 1 cucchiaio di burro, 4 cucchiai di farina di cocco e alcuni chiodi di garofano per guarnizione. Usate lo stesso procedimento dei brigadeiro ma, anziché ripassare le palline nelle codette di cioccolato, fatele rotolare nella farina di cocco o zucchero a velo e poi guarnite con un chiodo di garofano.

Ricerca personalizzata