Bruno Conti: “Questo momento non mi stupisce. Abbiamo sempre creduto nello Scudetto”

    Uno dei giocatori più importanti della storia giallorossa, Bruno Conti, racconta ai microfoni di Te la do io Tokio, il momento magico della ritrovata squadra di Mister Claudio Ranieri, uscita anche ieri vincitrice dalla partita casalinga contro la Fiorentina.
    Menez Le ricorda Bruno Conti? E’ più forte di me!

    Con lui ho un rapporto particolare, ha avuto all’inizio della difficoltà ma aveva bisogno di capire le sue qualità. Un po’ come è stato perVucinic. Ieri l’ho visto bene anche sotto l’aspetto del carattere, oltre che essere un grande giocatore sta tirando fuori anche quel carattere che serve nel calcio italiano. A volte sono quei giocatori che fanno arrabbiare il tifoso perché sbagliano le cose semplici, ma che esaltano il pubblico quando fa la grande giocata. Jeremy sta lavorando bene, la cosa più bella è quella che dimostrando in campo. Segna poco? Anche io ne ho fatti pochi, però Jeremy arriva anche spesso lì sono che deve trovare la convinzione e piano piano riuscirà a fare quello”

    Borriello come Pruzzo? “E’ uno che fa gol, è come il Bomber. Sono due giocatori importanti che sanno far gol e questa è la cosa più importante”

    Ora la Roma è tornata a lottare per lo scudetto: “Ci abbiamo sempre creduto, abbiamo avuto anche problemi di infortuni. Siamo contenti di quello che è il nostro andamento, anche se ancora non abbiamo fatto niente. Abbiamo un gruppo di grandi professionisti e non lo dico solo ora che le cose vanno meglio, sono convinto che questo è un gruppo che ci darà soddisfazioni”

    Su Adriano: “Ha avuto questo problema alla caviglia, siamo contenti di lui. Ha la voglia giusta, sarà anche lui importante”

    Allegri ha detto che la Roma è la principale avversaria per la scudetto: “Non posso nascondere che pensiamo allo scudetto, ma è inutile stare qui a parlare. L’ho detto all’inizio, abbiamo un grande collettivo, questo fa bene alla squadra perché sappiamo che abbiamo tanti impegni e dobbiamo essere concentrato”

    Vendita della società, come la vive lo spogliatoio? “Noi dobbiamo continuare a fare il nostro, pensando a centrare il nostro obiettivo. Abbiamo contatti quotidiani con il presidente Sensi, dobbiamo lavorare sempre con professionalità, non possiamo sapere cosa succederà. Dobbiamo far star tranquilli i nostri ragazzi e fargli capire cosa abbiamo a disposizione, che sappiamo che lavorando bene possiamo raggiungere traguardi importanti, anche se ora non abbiamo fatto niente”

    Chiusura con un elogio su Leandro Greco: “Tanta soddisfazione, sono contento soprattutto quando ha passato quel brutto periodo in ospedale. Sono contento che sia rimasto con noi e per quello che sta dimostrando”.

    fonte: Vocegiallorossa.it

    Ricerca personalizzata