Button: i test al Mugello non sono indispensabili

    In questa breve pausa dal Mondiale di F1 prima della gara di Barcellona la scuderie avranno la possibilità di effettuare alcuni test qui in Italia, al Mugello. Per la Ferrari questo è un momento importante visto che la Rossa di Maranello avrà la possibilità di effettuare dei test in casa e quindi potrà poi apportare delle modifiche sostanziali alla monoposto.

    Vista la serietà di questi test, alcune scuderie come la Ferrari e la Lotus hanno deciso di far scendere in campo direttamente i piloti titolari mentre la McLaren avrebbe optato per una scelta differente: il team di Woking avrebbe stabilito che saranno Gary Paffett e Oliver Turvey ad effettuare questa sessione di test.

    Jenson Button si è detto d’accordo sulla decisione di utilizzare i test driver al Mugello visto che secondo il pilota inglese l’utilità per i piloti titolari di questi test è del tutto relativa.

    Infatti, secondo Button, la McLaren non ha delle grandi modifiche da apportare alla monoposto e inoltre, la sua scuderia non ha mai effettuato test al Mugello prima di questa occasione.

    Secondo il pilota inglese, quindi, più che essere una buona opportunità per migliorare la monoposto questa è una buona occasione per i collaudatori visto che avrebbe dichiarato: “For the test drivers to put some miles on parts and try some very extreme things, then I think it’s good, but it’s not necessary for us to be there.” Per i collaudatori è una cosa estremamente positiva quella di accumulare miglia ma non è necessario per i piloti.

    Ricerca personalizzata