Calcioscommesse, 20 gli squalificati del filone Bari bis. Stangata per Gillet

Due calciatori prosciolti, Willian Pianu e Nicola Strambelli e 20 tesserati a cui sono state inflitte squalifiche e inibizioni.

Sono queste le decisioni della Commissione Disciplinare Nazionale presieduta da Sergio Artico in riferimento al filone Bari bis del Calcioscommesse, per il quale erano stati deferiti dalla Procura Federale il Bari e 33 tesserati (illecito sportivo e omessa denuncia, le accuse) riguardo le partite Bari-Treviso dell’11 maggio 2008 e Salernitana-Bari del 23 maggio 2009.

Queste le sanzioni decise dalla Commissione Disciplinare: 4 anni di squalifica per Massimo Ganci, 3 anni e 7 mesi per Jean Francois Gillet e Gianluca Galasso, 3 anni e 6 mesi per Raffaele Bianco, Simone Bonomi, Francesco Caputo, Daniele De Vezze, Luca Fusco, Stefano Guberti, Vitali Kutuzov, Alessandro Parisi, Ivan Rajcic, e Vincenzo Santoruvo. Sono stati squalificati per 6 mesi Nicola Belmonte, Massimo Bonanni, Corrado Colombo, Mariano Martin Donda, Santiago Ladino e Vitangelo Spadavecchia, mentre a Cosimo D’Angelo è stata inflitta un’inibizione di 4 anni.
Nel corso del processo, che si è svolto il 4 e 5 luglio, la Commissione aveva stralciato la posizione di Mark Edusei accettando 10 istanze di patteggiamento: quella del Bari, che per questa vicenda verrà penalizzato di un punto nel campionato 2013/14; quelle dei tesserati Cristian Stellini (6 mesi in continuazione della squalifica dello scorso anno), Nicola Santoni (9 mesi in continuazione); Alessandro Gazzi (3 mesi e 10 giorni, oltre a 40mila euro di ammenda); Simone Cavalli (4 mesi); Marco Esposito (20 mesi); Andrea Masiello (3 mesi e 15 giorni più 20mila euro che si aggiungono alla squalifica rimediata nel procedimento dell’estate scorsa e pari a 2 anni e 2 mesi e all’ammenda di 30mila euro); Paulo Vitor de Souza Barreto e Giovanni Marchese (3 mesi e 10 giorni oltre l’ammenda di 10mila euro); Davide Lanzafame (16 mesi e 40mila euro di ammenda).

Ricerca personalizzata