Califano: brutto periodo ma si riprendera`

    Questo e` cio` che il noto cantautore Franco Califano ha raccontato al “Corriere”: “Sono caduto dalle scale e mi sono rotto tre vertebre, ora non ce la faccio a sbarcare il lunario perche` son venute meno le entrate economiche che provenivano dalle mie serate”.

    Per questo motivo chiede aiuto allo Stato, facendo appello alla Legge Bacchelli che prevede un vitalizio per gli artisti indigenti,versando per loro una rendita  mensile; viste le sue attuali condizioni, Califano ritiene di avere tutti i requisiti per beneficiarne.

    Eppure Franco prende 10000,oo euro a semestre dalla Siae, circa 1600,00 euro netti al mese,ma pare che non gli siano sufficienti per potersi curare e vivere in maniera dignitosa.

    In passato il cantautore ha vissuto e superato diversi guai con la giustizia, uscendone sempre vincitore ed ora pare che quasi lo Stato gli sia in qualche modo debitore.

    Califano e` sempre stato un artista amante della bella vita e delle donne, non ha mai badato a spese nei tempi d’oro della sua carriera e questo non puo` esimerci dal pensare che forse se fosse stato piu` oculato allora, adesso non si troverebbe in una situazione del genere!

    Sembra, pero`, che poche ora fa sia arrivato una sorta di smentita da parte  del suo avvocato, il quale ammette che il suo cliente si trovi in condizioni di difficolta` ma di natura solo emotiva,per cui i giornali avrebbero esagerato; sicuramente non ci sono le condizioni per richiedere la legge Bacchelli.

    Le sue condizioni fisiche, spiega il legale, non gli consentono al momento di lavorare, ma Franco Califano ha tanti amici sul cui aiuto puo` contare.

    Il ” maestro” allora e` stato frainteso…?

    Ricerca personalizzata