Semi di Cannabis offerti ai passanti. È quanto accaduto a Milano il 20 Aprile, giornata mondiale della Cannabis. I radicali, con alla guida Marco Cappato, hanno offerto bustine contenenti un seme di Cannabis ai passanti e tutto per incentivarne la liberalizzazione al fine di sconfiggere il mercato nero.

L’iniziativa partita alle 11:30 del mattino in piazza Duca D’Aosta ha visto alcuni esponenti dei Radicali, intenti a fare propaganda donando ai passanti una bustina che conteneva un seme di Cannabis con una lettera di accompagnamento. Lo stesso Cappato ha spiegato ai giornalisti che lo scopo era quello di incentivare i cittadini a fare da se senza doversi necessariamente rivolgere alla criminalità. Lui ed altri esponenti dei radicali sono stati identificati dalla polizia mentre alcuni dei semi distribuiti in città sono stati sequestrati.

Curiosità

In America la giornata mondiale della Cannabis, detta anche 4/20, ha origine da una storia secondo cui cinque ragazzi della San Rafael High School in California, nel 1971 vennero a sapere di una piantagione di Marijuana abbandonata a circa un’ora di macchina dalla loro scuola. Decisi a trovare il tesoro nascosto iniziarono così a darsi appuntamento all’uscita da scuola (alle 4:20 pm) per andare alla ricerca della piantagione. Sebbene la ricerca non ebbe alcun esito i ragazzi, che si facevano chiamare Waldos, continuarono ad incontrarsi ogni giorno alla solita per fumare tutti insieme. L’orario dei loro appuntamenti divenne un numero in codice 420 che, ancora oggi, in America è un modo per identificare la Marjuana. 4/20 è ovviamente anche la data della giornata internazionale dove 4 sta per Aprile (4° mese dell’anno) e 20 per il giorno prescelto.

Ad onor del vero esistono anche altre leggende di cui questa riportata rimane la più famosa.