Cannes: Spielberg chiama Ang Lee, Nicole Kidman e Christoph Waltz in giuria

Dopo l’annuncio del programma ufficiale, inizia a prendere forma anche la giuria della 66esima edizione del Festival di Cannes (15-26 maggio). Una giuria ad alta concentrazione di Premi Oscar, a partire dal presidente, Steven Spielberg.

Ad affiancare il grande regista e produttore americano, colui che alla scorsa edizione degli Academy Awards gli ha soffiato l’ambito Oscar alla regia, il taiwanese Ang Lee, l’attrice australiana Nicole Kidman (Premio Oscar nel 2003 con The Hours) e Christoph Waltz, che lo scorso 24 febbraio si è aggiudicato il suo secondo Oscar come miglior attore non protagonista, per il film di Tarantino Django Unchained.

Ma non saranno i soli, perché tra gli otto componenti della giuria che assegnerà la Palma d’Oro,  ci saranno anche altri grandi talenti della cinematografia internazionale: Daniel Auteuil, attore francese che presto vedremo nei cinema italiani con Il cecchino di Michele Placido e già premiato a Cannes nel 1996 per l’interpretazione ne L’ottavo giorno, Lynne Ramsay, regista, produttrice e sceneggiatrice scozzese (suo il film ..E ora parliamo di Kevin presentato in anteprima e in concorso sulla Croisette nel 2011),  la regista giapponese Naomi Kawase, l’attrice indiana Vidya Balan e il regista romeno Cristian Mungiu, Palma d’oro a Cannes nel 2007 con il suo secondo lungometraggio 4 mesi, 3 settimane e 2 giorni.

Appuntamento il 15 maggio con l’anteprima di Il Grande Gatsby di Baz Luhrmann che aprirà ufficialmente la manifestazione. A contendersi la Palma d’oro ci saranno quest’anno, Nicolas Winding Refn con Only God Forgives, Paolo Sorrentino con La Grande BellezzaSteven Soderbergh con Behind the CandelabraRoman Polanski con La Venus a la Fourrure, i fratelli Coen con Inside Llewyn Davis. E poi ancora, Alexander Payne con Nebraska, James Gray con The Immigrant, François Ozon con Jeune et Jolie, Abdellatif Kechiche con La vie d’Adele, il premio Oscar Asghar Farhadi con Le Passe, Jia Zhangke con Tian Zhu Ding, Takashi Miike con Wara no tate, Arnaud Desplechin con Jimmy P., Mahamat-Saleh Haroun con Grisgris, Amat Escalante con Heli, Alex Van Warmerdam con Borgman, Kore-Eda Hirokazu con Soshite Chichi Ni Naru, Arnaud Despallieres con Michael Kohlhaas, e infine Valeria Bruni-Tedeschi con Un chateau en Italie.

 

Ricerca personalizzata