La Canon presenta la Eos 60D

    Dopo la Eos 50D, la Canon presenta la nuova Eos 60D, una fotocamera che si affaccia a un pubblico forse un po’ meno professionale rispetto alle precedenti versioni delle reflex, pur mantenendo la cura della qualità delle immagini, per i comandi di controllo che si trovano nella parte superiore della fotocamera. Questi permettono al fotografo d’imparare a gestire i vari comandi in modo maneggevole e intuibile, potendo così accedere facilmente al menù e stabilire le impostazioni prescelte. Inoltre il comando blocco, evita che si possano apportare delle varianti alle impostazioni durante la fase di scatto o video con la macchina. Le sue caratteristiche la rendono maneggevole e particolarmente amata da fotografi meno esperti, il monitor orientabile per esempio è un ottimo alleato per gestire lo scatto delle immagini.

    Il display LCD da 3 pollici, articolato è una bella novità nel campo delle reflex, con una risoluzione di 1.04 milioni di punti. I video possono essere condotti manualmente, e poi le impostazioni prevedono l’autofocus continuo, utile anche durante i filmini. Tra le sue impostazioni, questa reflex Canon Eos 60D, ha un sensore CMOS da 18 megapixel, per quanti riguarda i video, questi sono in full HD 1920 x 1080 a 24p, 25p o 30p, una caratteristica da mettere in rilievo è che ad una risoluzione di 720p, questa reflex può operare con frame rate di 50p e 60p. Rispetto alla precedente Canon Eos 50D, la struttura di questa nuova fotocamera è più compatta e più leggera.

    Questa nuova reflex vuole essere il monito della Canon per quanti pensassero che la serie della reflex si fosse fermata alla Canon Eos 50D e simili. Questa grande azienda nel settore non smentisce mai la sua professionalità e cura nei dettagli e soprattutto la voglia di portarsi sempre avanti con la tecnologia della fotografia digitale.

    Ricerca personalizzata