Capodanno, un italiano su 10 brinda con il cane

    Non soli come un cane, ma soli con il cane. Ecco come vorrebbero passare il Capodanno molti italiani: piuttosto che con la suocera meglio in compagnia di Fido “più umano di tanti parenti”. Il dato emerge da una ricerca condotta dall’Osservatorio Donne e qualità della vita, su un campione di 1.500 internauti uomini e donne.

    Alla domanda “con chi passerai le prossime feste” poco più della metà degli intervistati ha risposto un prevedibile “con i parenti”, il 35 per cento starà con il proprio partner. Ma il 12 per cento (un italiano su 10, mica male) ha rivelato – forse in omaggio anche a Mario Monicelli e al suo memorabile Parenti Serpenti – che preferisce stare con il cane, più fedele e meno rompiscatole di suoceri e parenti vari. A passare le feste da soli con Fido sono soprattutto donne (53 per cento), anziani (68 su cento) e single (55 per cento).

    Il cane viene scelto come compagno delle feste, in modo trasversale rispetto alla professione e all’estrazione sociale, soprattutto perché trasmette sentimenti forti, legati proprio alle feste: senso di fedeltà e l’amore incondizionato. Infine, per l’8 per cento Fido è addirittura più “umano” di tanti familiari che si fanno vivi solo in prossimità delle festività natalizie: gli animali sono come, e meglio, di un parente stretto per il 27 per cento del campione d’indagine.

    Per il 37 per cento passare la notte di San Silvestro con il proprio amico a quattro zampe serve anche a proteggerlo, dai botti naturalmente. (Ogni anno sarebbero 5 mila i cani che muoioni di spavento, tanti quelli in fuga e disorientati). E allora a tutti voi amici di Bloglive, buona fine d’anno e buon 2011 in compagnia dei vostri amici pelosi! E soprattutto, niente botti.

    Ricerca personalizzata