Capsule e cialde caffè: guida alla scelta (e all’acquisto)

caffe

Ogni mattina, nel mondo, milioni di persone ripetono lo stesso rito: una tazza di caffè calda o fredda, con zucchero o senza. Una bevanda da secoli necessaria per ridestarsi dal sonno notturno. Per molti anni, gli italiani preparavano il loro caffè nella classica caffettiera, in alcuni casi dopo averne macinato i chicchi. Successivamente, grazie allo sviluppo tecnologico, sono nate le macchine da caffè.

Tipi di macchine da caffè elettriche

Quando si tratta di macchine da caffè elettriche, i consumatori scelgono fra queste tipologie:

Macchina da caffè espresso manuale, la quale richiede all’utente di misurare, eventualmente macinare ed estrarre il caffè. Sono simili a quelle che si trovano nella maggior parte dei bar.

Macchina da caffè automatica e semiautomatica, che eroga caffè appena macinato premendo semplicemente un pulsante. E’ un modello facile da usare ma anche costoso, ed è molto apprezzato dai consumatori.

Macchina da caffè a cialde, molto diffusa in quanto offre la possibilità di bere caffè di qualsiasi marca. Dispongono di un sistema di filtraggio molto pratico. Questo modello esiste da decenni ed è apprezzato da chi ama il caffè nero lungo.

Macchina da caffè a capsula che produce caffè espresso da cialde sigillate. Indubbiamente è il sistema più pratico.

Le cialde e le capsule producono dell’ottimo caffè

Sono ancora molti gli italiani che amano prepararsi il caffè alla vecchia maniera. Il motivo? Probabilmente perché c’è ancora in giro la convinzione che il caffè fatto nella classica caffettiera espresso sia qualitativamente superiore.

Invece, le macchine che utilizzano cialde e capsule per il caffè competono alla pari con il vecchio metodo. Il vantaggio del caffè racchiuso nelle capsule è che viene sigillato all’interno immediatamente dopo la tostatura, bloccando così la freschezza ed evitando il contatto con umidità o ossigeno, la cui presenza può rendere il caffè opaco e stantio.

Quindi, chi pensa che macinare chicchi di caffè appena tostati sia garanzia di freschezza, si sta sbagliando. Anche le capsule di caffè garantiscono sempre caffè fresco. Quindi, pensare che producano caffè pessimo è un luogo comune che va sfatato.

Macchina da caffè a cialde o capsule: i vantaggi

Questi vantaggi includono:

  • Il caffè viene preparato in pochi secondi.
  • C’è una pulizia minima.
  • Sono molto facili da usare.
  • La maggior parte dei modelli occupa pochissimo spazio sul banco.
  • C’è una varietà infinita di capsule e cialde tra cui scegliere (forte, delicato, decaffeinato, aromatizzato, ecc.).

Cialde o capsule: quale scegliere?

Innanzitutto, bisogna prima rimediare ad un errore logico che molti ancora commettono: cialde e capsule non sono la stessa cosa. Le differenze non sono solo visive, ma anche di aroma e gusto, nonché dal lato ecologico.

Composte da caffè macinato e pressato, le cialde sono molto simili ad una bustina del tè. Il materiale di cui sono composte è la cellulosa e quindi degradabile. Dal punto di vista dello smaltimento e dell’impatto ambientale, rappresentano la scelta ideale in quanto si addicono al riciclaggio. Grazie allo standard E.S.E (Easy Serving Espresso), si adattano a qualsiasi macchina del caffè elettrica.

Di contro, le capsule sono composte da plastica e alluminio, due materiali difficilmente riciclabili. L’aroma del caffè all’interno viene preservato grazie alla chiusura ermetica; quindi, umidità e calore atmosferico non lo intaccano minimamente. Se prima ogni azienda fornitrice di macchine per il caffè produceva le proprie, adesso sono in vendita quelle compatibili.

Come detto sopra, il problema del riciclaggio e della biodegradabilità a volte le rende meno appetibili da chi tiene a cuore la salvaguardia dell’ambiente. Sono pochissime ancora le aziende che trattano capsule totalmente biodegradabili. Rispetto alle cialde, costano più del doppio. Se il consumo di caffè è notevole, la spesa in più potrebbe fare la differenza nella scelta.

Per quanto riguarda il gusto, dipende da ciò che si vuole da un caffè. Sicuramente le capsule, essendo chiuse ermeticamente, riescono a mantenere meglio l’aroma originale. Quindi, questo si traduce ad un gusto e un profumo migliore rispetto alle cialde. Però, alla fine, è sempre la qualità del caffè contenuto all’interno a fare la differenza.

Quindi, quale scegliere? Come sempre, tutte le cose che entrano in competizione hanno pro e contro. La massa, in questo caso, si divide e sceglie sempre ciò che rientra nei suoi canoni. Vanno particolarmente per la maggiore le cialde borbone, da molti ritenute sinonimo di qualità e gusto: si tratta di una variante gettonata proprio perché riesce a riunire tutta una serie di caratteristiche che di solito gli amanti del caffè vanno cercando.

In ogni caso, al di là della specifica variante, chi ha una coscienza molto votata all’ambientalismo, preferisce rinunciare ad un po’ di gusto pur di non inquinare. Quindi, le cialde sono comunque la soluzione preferita. Per chi invece lascia che le problematiche ambientali siano ad appannaggio di politici e ambientalisti e ama bere un caffè dal gusto più corposo e dal profumo più intenso, le capsule sono la scelta ideale.

Ma come trovare la qualità giusta? Online ci sono molti siti che trattano entrambe le tipologie. Tra i tanti, vale la pena visitare il sito cialdamia.it ed osservare tutto il meglio che la piattaforma offre. Il sito è ben concepito e facile da usare. Oltre alle cialde ed alle capsule, vengono vendute anche macchine per il caffè tra le migliori sul mercato. Si possono ricercare le cialde e le capsule compatibili con la macchina del caffè che l’utente ha in casa o ufficio.

Ricerca personalizzata