Carla Bruni, dall'Eliseo ai negozi di cd

Carla Bruni

Sembra che tra un impegno politico e l’altro la première dame di Francia Carla Bruni abbia trovato anche il tempo di dedicarsi alla sua musica: il quotidiano francese Le Parisien ha fatto sapere che il nuovo album di Carla Bruni in lavorazione ha già l’artwork pronto e dieci tracce scritte e registrate, che però devono ancora essere mixate e passare attraverso la registrazione definitiva prima di essere immesse sul  mercato. Le previsioni riguardanti l’uscita del quarto album di Carla Bruni parlano dunque di settembre. Le tracce sono state composte e registrate nella residenza parigina di Carla Bruni, nel corso di un anno circa. Sempre sul quotidiano Le Parisien sono comparsi anche alcuni commenti di una persona vicina a Carla Bruni, che ha dichiarato di aver potuto ascoltare il disco e di averlo trovato di stampo folk, molto vicino al primo album della cantante, Quelc’un m’a dit, pubblicato nel 2002 e molto apprezzato da pubbblico e critica.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=XvyMG0z0FZY[/youtube]

I tre album successivi invece sono passati più in sordina sia in Francia sia all’estero, dunque non stupisce la scelta di un “ritorno alle origini” musicali da parte della Bruni. Sebbene il disco sia in fase di lavorazione già avanzata, la data di pubblicazione non è stata ancora ufficializzata: l’entourage della coppia presidenziale infatti sembra faccia pressioni affinché Carla Bruni decida di rinviare la pubblicazione a dopo le elezioni presidenziali del 2012. Intanto arrivano anche le prime indiscrezioni riguardo alle canzoni contenute nel disco: Raymond sarà una parodia ironica della vita da presidente, mentre non mancherà neppure un brano incentrato sui temi di identità nazionale che hanno recentemente infiammato il Paese.

Carla Bruni

Ricerca personalizzata