Cavalli dopati al Palio di Siena: otto indagati

    Maltrattamento di animali, è questa l’ipotesi di reato che pende sul capo di otto proprietari di cavalli, indagati dalla Procura di Siena nell’ambito dell’inchiesta sul doping nel Palio.

    Già del Menhir, Lampante, Leggenda del Menhir, Cuore Nero, Froria, Mosè de P.Ulpu, Minotauro e Bongo Bingo sono i nomi dei cavalli che, in seguito alla “non negatività” risultata dalle analisi effettuate prima del palio del 16 agosto scorso, furono sclusi dalla competizione. Oltre all’esclusione dalla corsa, i risultati delle analisi portarono anche all’apertura di un procedimento, nell’ambito del quale ora è stato chiesto al gip un incidente probatorio e un nuovo esame delle provette.

    Oltre alle analisi effettuate in vista del Palio, sugli animali sono state svolte ulteriori analisi disposte dal Comune di Siena, analisi dalle quali risultava la presenza di doping. I primi esami infatti per stare nei tempi della corsa rilevano solo la presenza di sostanze sospette e quindi la “non negatività”, mentre questi secondi esami rivelano invece anche la quantità di sostanze presenti, stabilendo se sia superiore o inferiore a quella considerata dopante.

    Ricerca personalizzata